15:39 03 Dicembre 2020
Economia
URL abbreviato
101
Seguici su

L'Istituto nazionale di statistica ha pubblicato quest'oggi gli ultimi dati relativi al tasso occupazionale.

In Italia il tasso di disoccupazione nel mese di maggio è salito, raggiungendo quota 7,8%, per un aumento di 1,2 punti percentuali. A rilevarlo è l'Istat, sottolineando da febbraio 2020 il numero degli occupati è calato di 500.000 unità.

A destare particolare preoccupazione è il dato relativo all'occupazione giovanile, salita al 23,5% (+2%).

Il calo dell'occupazione rispetto al mese di aprile (-0,4% pari a -84.000 unità) ha coinvolto in larga parte le donne (-0,7% a fronte dello 0,1% degli uomini), i dipendenti (-0,5%) e gli under 50.

Leggermente in controtendenza, invece, il dato relativo agli ultracinquantenni e alle partite IVA, che aumentano leggermente (+183.000).

Calano gli inattivi

In aumento i soggetti in cerca di lavoro (+18,9% pari a 307.000 persone), che sono per la maggior parte donne (+31,3%, pari a 227.000 unità) rispetto agli uomini (+8,8%, pari a 80.000 unità).

A tale dato, si va poi ad affiancare poi una diminuzione del numero di inattivi (-1,6%, pari a -229.000 unità): che risulta in un conseguente calo del tasso di inattività che si attesta al 37,3% (-0,6%).

Preoccupa il dato trimestrale

Confrontando il dato trimestrale marzo-maggio 2020 con quello precedente relativo a dicembre 2019-febbraio 2020 emerge inoltre un calo evidente del tasso occupazionale (-1,6%, pari a -381.000 unità).

Crolla inoltre anche la cifra delle persone in cerca di occupazione (-22,3% pari a -533.000) mentre tornano a crescere gli inattivi nella fascia di età compresa tra i 15 e i 64 anni (+6,6% pari a +880.000 unità).

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook