04:35 09 Luglio 2020
Economia
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Serve un approccio con commissari straordinari che hanno poteri speciali per il settore trasporti e le opere infrastrutturali che sono da realizzare. Il modello Ponte di Genova va applicato a tutta Italia.

Il presidente di Confommercio Carlo Sangalli presenta la situazione del settore trasporti italiano e denuncia che il trasporto in Italia vive una situazione molto difficile.

Nel settore crocieristico si rischiano 120 mila posti di lavoro con 10 milioni in meno di presenze, i traghetti hanno ridotto del 50% i loro ricavi durante i mesi della chiusura.

Altro capitolo le autostrade, con la Liguria che vive un paradosso tra l’esigenza di far ritornare i turisti e il blocco delle autostrade congestionate dai lavori infiniti.

Si è lavorato bene con il modello Ponte di Genova dice Sangalli, ma va applicato anche ad altri cantieri e pensa ad esempio alla Gronda di Genova, la ferrovia Pontremolese, l’Alta velocità Verona-Padova, l’autostrada tirrenica, la strada statale Jonica, l’Alta velocità Messina-Ctania-Palermo.

Commissari con poteri derogatori

Serve un commissario per ogni opera con poteri derogatori che consentano ai commissari stessi di iniziare, portare avanti e concludere le opere infrastrutturali necessarie al settore trasporti, senza intoppi burocratici, legali o di ogni sorta.

Questo il pensiero di Sangalli rivelato durante l’intervista rilasciata alla versione cartacea de Il Secolo XIX.

 

Correlati:

Confcommercio: l'estate 2020 per gli italiani significherà "mini-vacanze"
Coronavirus, Confcommercio: "Un imprenditore su dieci esposto all'usura"
Confcommercio, i consumi stentano: -29,4% su base annua
Tags:
Confcommercio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook