17:49 22 Settembre 2020
Economia
URL abbreviato
0 82
Seguici su

È improbabile che la pressione sanzionatoria statunitense fermi il progetto Nord Stream-2, la cui costruzione è "progredita bene". Dalle pagine della rivista Forbes ha espresso questa opinione l'editorialista Kenneth Rapoza.

Il giornalista ha osservato che di recente i membri del Congresso americano hanno ripreso a mobilitarsi in merito alle restrizioni economiche contro il gasdotto. All'inizio di giugno è stato presentato un disegno di legge al Senato, che propone di imporre sanzioni contro le società che forniscono servizi di subappalto, assicurazione e riassicurazione per le navi che operano sul gasdotto. Questa settimana i membri del Congresso hanno presentato alla Camera dei Rappresentanti un nuovo disegno di legge, sempre contro il gasdotto in costruzione.

Secondo Rapoza, le prossime sanzioni contro Nord Stream-2 diventeranno un nuovo round della guerra energetica tra Mosca e Washington.

Allo stesso tempo, il giornalista ha attirato l'attenzione sul fatto che a Kiev hanno reagito con entusiasmo ai disegni di legge americani, dal momento che l'Ucraina ha paura di perdere le entrate derivanti dal transito del gas russo verso l'Europa.

"Secondo alcuni esperti, la perdita delle entrate di transito ammonterà a circa il dieci percento del PIL ucraino, che non è in rapida crescita", si legge nell'articolo.

Naftogaz Ukraina vede un grave problema sulla nuova via di approvvigionamento che aggira il Paese.

Come suggerisce Rapoza, è probabile che il Congresso approvi i disegni di legge.

"Al gigante dell'energia russo non piacerà. Ad Angela Merkel potrebbe piacere anche di meno", ipotizza.

Allo stesso tempo, l'autore dell'articolo sottolinea che è improbabile che le nuove sanzioni creino problemi a Nord Stream-2, che è quasi ultimato.

Gasdotto Nord Stream-2

Il progetto Nord Stream 2 prevede la costruzione di due reti di gasdotti della lunghezza complessiva di 1222 km e che dovrebbe assicurare una fornitura energetica annua pari a 55 miliardi di metri cubi di gas. L'infrastruttura energetica collega le coste russe e tedesche snodandosi tra i fondali del Mar Baltico.

Tags:
Nord Stream 2, Germania, Russia, Congresso USA, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook