21:42 31 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
Coronavirus: superati gli 8 milioni casi nel mondo (22 giugno - 14 luglio) (65)
105
Seguici su

La pandemia di coronavirus aumenterà i debiti dei Paesi sviluppati, prevede l'agenzia di rating Moody's.

"Il servizio di Moody's per gli investitori comunica nel suo nuovo rapporto che l'indebolimento dell'economia causato dal coronavirus porterà a un drastico aumento dei debiti dei paesi sviluppati", si legge in un comunicato della stessa agenzia di rating.

Da un lato l'indebitamento sarà correlato alla caduta della crescita del prodotto interno lordo (Pil) e, dall'altro all'aumento del deficit.

Gli analisti prevedono un aumento del peso del debito in Canada, Francia, Italia, Giappone e Spagna, nonché nel Regno Unito e negli Stati Uniti.

Principalmente questa tendenza sarà legata alle misure fiscali espansive negli Stati Uniti, in Canada e nel Regno Unito e alla debole crescita del Pil in Europa e Giappone.

Allo stesso tempo gli esperti sostengono che il ritorno della crescita del Pil ai livelli pre-pandemia consentirà di compensare il deficit e stabilizzare il debito pubblico nel 2021-2022.

Tuttavia se un Paese non riesce a ridurre il debito rispetto al Pil prodotto, la sua vulnerabilità aumenterà di fronte a nuovi shock economici e finanziari.

In precedenza sullo sfondo delle discussioni in Europa per il Recovery Fund il commissario per gli affari economici Paolo Gentiloni ha sostenuto che "senza debito comune, mercato unico e euro a rischio".

Tema:
Coronavirus: superati gli 8 milioni casi nel mondo (22 giugno - 14 luglio) (65)
Tags:
Coronavirus, Moody's, Borsa&Mercati, Debito, Finanze, Economia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook