17:37 28 Gennaio 2021
Economia
URL abbreviato
0 70
Seguici su

La Commissione Europea ha avviato due indagini antitrust nei confronti delle modalità di funzionamento di App Store ed Apple Pay del colosso tecnologico americano Apple.

Il dipartimento comunitario sulla concorrenza ha emesso oggi due dichiarazioni in cui comunica l’avvio delle indagini Antitrust su due servizi della Apple.

“La Commissione Europea ha avviato un'indagine antitrust formale per valutare se le regole di Apple per gli sviluppatori di distribuzione delle applicazioni sull'App Store violino le norme di concorrenza dell'UE”, afferma un comunicato.

L’altra indagine è stata avviata "per valutare se il comportamento di Apple, per quanto riguarda Apple Pay, violi le regole di concorrenza dell'UE", si legge nell’altro comunicato.

La Commissione Europea fa notare che dopo un'indagine preliminare sono apparsi timori che le disposizioni, le condizioni e le altre misure di Apple relative all'integrazione di Apple Pay per l'acquisto di beni e servizi in applicazioni e siti web su dispositivi iOS/iPadOS potessero violare le regole di concorrenza.

Inoltre, la commissione prenderà in considerazione le restrizioni imposte da Apple nei suoi accordi con le aziende che vogliono distribuire applicazioni per gli utenti dei dispositivi Apple.

Tra le diverse restrizioni esiste una limitazione da parte degli sviluppatori nell’informare gli utenti sulle opzioni di acquisto alternative al di fuori delle applicazioni.

Si tratta di una nuova tappa nel perseguimento della Apple da parte dell'UE per presunte violazioni della normativa europea sulla concorrenza.

A fine agosto 2016 la Commissione Europea sulla base degli esiti di un'indagine ha stabilito che l'Irlanda aveva concesso alla compagnia americana agevolazioni fiscali ingiustificate, quantificate in un mancato introito per l'Erario di 13 miliardi di euro.

La Apple avrebbe dovuto ripristinare al paese tasse non pagate per il periodo dal 2003 al 2014, ma al momento la decisione della Commissione alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea risulta essere contestata dal colosso digitale.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook