13:59 08 Luglio 2020
Economia
URL abbreviato
0 14
Seguici su

L'economista e futurologo svedese, Kjell Nordstrom, prevede che in futuro le principali megalopoli del mondo si estenderanno per territorio ma decentreranno per densità, finendo per assomigliare a grandi agglomerati di villaggi i cui abitanti saranno uniti da interessi comuni.

In un'intervista alla RBC, una delle principali media holding private russe, l’economista, business coach e futurologo Kjell Nordstrom, ha condiviso la sua opinione secondo la quale l’attuale pandemia di coronavirus non sarà affatto in grado di alterare alcuno dei processi che hanno cambiato l’economia degli ultimi trent’anni. Non sarà cioè in grado di fermare globalizzazione, digitalizzazione e urbanizzazione.

“Io stesso sono rimasto sorpreso quando ho visto che le persone stanno cercando di affrontare la pandemia proprio nel quadro delle grandi città. Si noti che persino i residenti di New York, che sono stati gravemente colpiti dalla pandemia, non se ne vanno. Sembra che il nostro amore e attaccamento per le città siano più forti della paura della morte”, ha osservato Nordstrom nell’intervista.

Secondo le sue previsioni, tra qualche decennio le 600 città più sviluppate del mondo forniranno l'80% dell'economia globale. Allo stesso tempo, le metropoli stesse, come Mosca, Londra e Shanghai, inizieranno ad assomigliare più all’unificazione di gruppi di città piuttosto che a città uniche.

“Già molte megalopoli con tutti i loro paesaggi urbani non sono le stesse città. Cominciano a insinuarsi in aree separate in cui le persone vivono la loro vita. Ad esempio, intorno alle università ci sono insediamenti di persone affini - persone che sono interessate alla scienza e all'istruzione", ha spiegato l’esperto.

L'immagine di un simile futuro, secondo Nordstrom, è rapprsentata bene dalla Silicon Valley o la città israeliana di Rehovot, dove si trovano agglomerati universitari.

“Rehovot è una specie di villaggio universitario all'interno di una grande città. Tali villaggi inizieranno ad apparire in altre grandi città. Shanghai si trasformerà in una dispersione di circa 150 piccole città", ritiene l'economista.

Kjell Nordstrom è noto al grande pubblico come autore di libri di successo come Funky Business e Karaoke Capitalism (entrambi tradotti in dozzine di lingue). È stato anche consulente del Governo del Regno Unito, nonché in molte società (Pharmacia, Ericsson, Volvo, Procordia, Gambro, ecc.).

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook