03:11 03 Dicembre 2020
Economia
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

La Cgia di Mestre ha reso noto che nei tre mesi di lockdown è stato rilevato un calo dell'evasione fiscali pari al 25%.

I tre mesi di lockdown, dovuti all'emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19 in Italia hanno portato ad un calo significativo dell'evasione fiscale, per una cifra pari a 27,5 miliardi di euro.

E' quanto emerge da uno studio condotto dall'Ufficio studi della Cgia di Mestre:

"Possiamo affermare con buona approssimazione - si legge nella nota pubblicata dalla Cgia -che l’evasione sia diminuita del 25% facendo scendere a 82,5 miliardi l’ammontare complessivo del mancato gettito" dai 110 miliardi all'anno stimati dal Mef.

In precedenza Cgia aveva lanciato l'allarme per quanto riguarda il settore dell'artigianato, riferendo che nei tre mesi di quarantena si è assistito ad un calo di 11.000 professionisti e mettendo in guardia l'Italia circa il futuro.

Inoltre, sempre l'Uffico di Mestre aveva chiesto lo stop a Imu, Ires e Irpes per le piccole e medie imprese, colpite in maniera particolare dalla crisi.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook