23:55 02 Giugno 2020
Economia
URL abbreviato
0 21
Seguici su

A causa della crisi economica dovuta alla pandemia di COVID-19 la casa automobilistica giapponese Nissan valuta un massiccio ricorso agli esuberi, riportano media giapponesi.

Secondo quanto riportato dall’agenzia Kyodo News, che cita le fonti proprie, Nissan Motor Co. pianifica riduzione del personale per oltre 20.000 posti di lavoro, circa il 15% della sua forza lavorativa globale. Tali misure farebbero parte del piano di ristrutturazione messo in atto per far fronte al crollo delle vendite causato dalla crisi post pandemia di coronavirus.

Le fonti hanno riferito che la casa automobilistica nipponica punta a ridurre la forza lavoro negli stabilimenti in Europa, ed una riorganizzazione del lavoro in Giappone.

Ad aprile la compagnia aveva affermato di avere prevedere una perdita netta sugli esiti dell’anno fiscale 2019, per la prima volta dopo 11 anni, quando la crisi globale colpì mercati in tutto il mondo. Secondo le previsioni, Nissan Motor Co. aspetta una perdita annuale di ben 45 miliardi di yen (419,7 milioni di dollari).

Le fonti di Kyodo News affermano che Nissan, nel tentativo di recuperare le vendite, pianifica di ridurre le sue operazioni commerciali in Europa e nei mercati emergenti, compresi i paesi del sud-est asiatico, dando priorità ai mercati degli Stati Uniti e della Cina.

In precedenza l’Associazione europea dei produttori di automobili (ACEA) aveva reso noto che a marzo 2020 è stato registrato un drastico calo del numero di immatricolazioni auto in tutta Europa (-55,1%) rispetto allo stesso mese dell'anno scorso.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook