04:44 28 Settembre 2020
Economia
URL abbreviato
217
Seguici su

C'è lo stop dei cosiddetti Paesi 'frugali' alla proposta Merkel-Macron di condividere la crisi economica attraverso l'emissione di debito comune con lo strumento Recovery fund.

La Francia è riuscita nell’intento di convincere la Germania a condividere con tutti e 27 i Paesi UE gli effetti della crisi economica attraverso un accordo in quattro punti che contiene anche il finanziamento del Recovery fund con 500 miliardi di euro legati al Bilancio europeo 2021-2027.

I cosiddetti Paesi ‘frugali’ e cioè Austria, Paesi Bassi, Danimarca e Svezia, si sono apertamente schierati contro la condivisione dei rischi con il resto dell’UE.

E che i negoziati saranno difficili al prossimo Ecofin di giugno lo sa bene il ministro dell’Economia Bruno Le Maire che esplicitamente ha detto che “saranno negoziati difficili” appunto perché bisognerà “conquistare la convinzione” dei sopra citati governi restii a condividere con gli altri.

Le difficoltà e la responsabilità della Commissione UE

L’emissione di debito comune nell’Unione Europea è un tema mai affrontato per davvero come in questo frangente storico. In molti avevano sempre rifiutato l’idea di un eurobond, ma la pandemia ha rivoluzionato le agende politiche di gran parte dei 27 membri dell’UE.

Ora spetta a Ursula Von der Leyen presidente della Commissione UE formulare una proposta di rilancio dell’economia europea, che contenga anche una formula per i Recovery fund che sia accettata da tutti.

I colloqui telefonici di Conte con Macron e Merkel

Nella serata di ieri 19 maggio, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha avuto colloqui telefonici sia con il presidente di Francia Emmanuel Macron che con la cancelliera di Germania Angela Merkel.

Nei bilaterali è stato affrontato l’argomento Recovery Fund e le “prospettive del negoziato” si legge nei comunicati ufficiali, “quale componente fondamentale per una risposta economica europea tempestiva ed efficace alla sfida senza precedenti del Covid-19”.

La richiesta dell’Italia è l’ottenimento di “un risultato davvero ambizioso e di una risposta economica europea all'altezza della sfida rappresentata dalla crisi” in atto.

Correlati:

Per Conte "passo in avanti" la proposta di Macron e Merkel su fondo da 500 miliardi €
Gentiloni: da Recovery Fund subito mille miliardi € contro debito e recessione
Conte apre al Mes: "Non possiamo permetterci il lusso di aspettare il Recovery Fund
Tags:
Angela Merkel, Emmanuel Macron, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook