09:00 27 Maggio 2020
Economia
URL abbreviato
0 43
Seguici su

La mossa del Regno Unito per sostenere l'industria interna si chiama UKGT (UK Global Tariff), ed è il nuovo tariffario doganale post-Brexit che entrerà in vigore a partire dal 2021.

Il Regno Unito della fase post-Brexit presenta il nuovo regime tariffario doganale che dovrà sostituire la tariffa esterna dell’Unione Europea.

Il nuovo regime tariffario doganale si chiamerà UKGT (UK Global Tariff) e si applicherà a tutti quei Paesi con cui il regno non ha accordi doganali. L’UKGT rimuoverà i dazi inferiori al 2%.

L’entrata in vigore dell’UKGT è prevista per il mese di gennaio 2021, quando cioè sarà terminato il periodo di transizione della Gran Bretagna fuori dall’Unione Europea.

La nuova strategia doganale del Regno Unito

Il Regno Unito intende mantenere i dazi nei comparti strategici per l’industria interna quali l’agricoltura, l’automotive, la pesca, ma ha deciso una strategia di 0 dazi sui prodotti di approvvigionamento per tali industrie e che sono prodotte all’esterno dello UK. Quindi 0 dazi su viti e bulloni ad esempio, ma anche sulle lavastoviglie, sugli assorbenti e prodotti sanitari, sul lievito in polvere. Azzeramento dei dazi doganali anche su 100 prodotti green, tra cui lampade a LED e termostati.

Il valore della nuova strategia doganale dovrebbe aggirarsi sui 30 miliardi di sterline.

La strategia è volta a sostenere l’industria interna del Paese in questo momento di crisi e di sfida globale provocata dalla pandemia.

Correlati:

Covid-19: Secondo statistiche nazionali, il Regno Unito ha superato l’Italia per numero di decessi
Regno Unito vuole acquistare fucili “intelligenti” - Foto
Regno Unito prevede di produrre 30 milioni di dosi di vaccino COVID-19 entro settembre
Tags:
Brexit, Gran Bretagna, Regno Unito
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook