08:52 05 Giugno 2020
Economia
URL abbreviato
Coronavirus: superati i 4 milioni casi nel mondo (10-20 maggio) (103)
330
Seguici su

Il lockdown è stato devastante per le immatricolazioni di auto in Europa, i dati ACEA di aprile indicano un crollo del -76,3%. Italia e Spagna le peggiori, sorprende il dato della Svezia no lockdown.

Anche ad aprile il crollo nel numero di immatricolazioni di nuove auto in Europa, è stato verticale e senza precedenti: il 76,3% di immatricolazioni in meno rispetto allo stesso mese del 2019. Un dato drammatico che restituisce limpidamente quale sia la situazione del mercato automobilistico e più in generale dell’automotive in Europa.

Secondo i dati ACEA appena pubblicati, nei primi quattro mesi del 2020 il calo di immatricolazioni medio è stato del -38,5%.

Gennaio e febbraio, che già avevano fatto registrare un calo nelle immatricolazioni, hanno sorretto il quadrimestre. Da ricordare che i dati ACEA di marzo indicavano già la tendenza nefasta per l’automotive con un -55,1%.

Nel mese di aprile del 2019 il numero di nuove auto immatricolate è stato di 1.143.046 unità, questa volta appena 270.682 unità.

Le perdite maggiori in Italia e Spagna

Tutta l’Unione Europea a 27 registra perdite a due cifre scrive l’ACEA, ma la Spagna e l’Italia sono le nazioni che registrano le perdite più ampie.

L’Italia ha totalizzato un sonoro -97,6% e la Spagna il -96,5% di nuove immatricolazioni.

In Germania il crollo delle immatricolazioni è stato del -61,1% ad aprile e in Francia del -88,8%.

La discrepanza è dovuta alle tempistiche di attuazione del lockdown e anche alle modalità pratiche di attuazione. Non tutti i Paesi UE hanno adottato una chiusura totale di determinate attività e, in Germania ad esempio, gli stati federati godono di una ampia autonomia.

I Paesi del nord Europa sono quelli che hanno subito le perdite minori. Su tutte la Finlandia con il -11,8%, seguita dall’Ungheria -16,9% e dalla Lituania -17,3%, mentre la Svezia che non ha applicato il lockdown ha subito un calo nelle immatricolazioni del -18,3%.

L’andamento per gruppo automobilistico

Se guardiamo ai dati dei singoli gruppi automobilistici, scopriamo che il peggior dato lo ha totalizzato Mazda con il 53,6%, seguito da Honda (50,7%) e quindi da FCA Group (-48%).

Male anche Ford (-47,4%) e Renault Group (-47%).

Il risultato migliore lo ha fatto registrare il gruppo Toyota con il -24,4%, seguito dal -27,3% del BMW Group.

Tema:
Coronavirus: superati i 4 milioni casi nel mondo (10-20 maggio) (103)

Correlati:

BMW cambia il logo
Coronavirus, FCA, Ferrari e Marelli pronte a sostenere Siare per produzione ventilatori polmonari
Fca, riapertura parziale delle fabbriche dal prossimo lunedì
Tags:
Automobile, Fca (Fiat Chrisler Automobile), Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook