13:31 31 Maggio 2020
Economia
URL abbreviato
Coronavirus: superati i 4 milioni casi nel mondo (10-20 maggio) (103)
0 01
Seguici su

Secondo un rapporto di Moody’s "la qualità del credito delle aziende italiane continuerà a deteriorarsi nei prossimi 12-18 mesi" a causa del coronavirus.

Secondo il rapporto di Moody's Investor's Service, "i fattori chiave che determinano un ulteriore peggioramento della qualità creditizia sono una combinazione" di 2 elementi: "la pandemia del coronavirus che frena una crescita già debole" dell'Italia e il fatto che "le aziende italiane sono state esposte a misure di blocco più rigorose e prolungate rispetto a molti altri paesi europei". 

Secondo Paolo Leschiutta, Senior Vice President di Moody’s "il rischio di un'ulteriore erosione della qualità del credito è maggiore per i settori più esposti al coronavirus, come i beni di consumo durevoli, i giochi, i trasporti, i produttori di automobili e i settori delle forniture automobilistiche".

Inoltre secondo Leschiutta, "almeno a breve termine, le società italiane continueranno a deteriorarsi nei prossimi 12-18 mesi"a causa del coronavirus.

Tuttavia "la qualità del credito delle società investment grade continuerà a resistere rispetto ai loro colleghi speculativi, riflettendo i loro profili e operazioni commerciali più solidi, una liquidità migliore e più diversificata e la loro maggiore capacità di agire per resistere a uno shock economico". 

Secondo Confcommercio dal 18 maggio hanno riaperto oltre 800mila attività commerciali in tutta Italia.

Tema:
Coronavirus: superati i 4 milioni casi nel mondo (10-20 maggio) (103)

Correlati:

Moody’s: outlook globale negativo per i rating sovrani nei prossimi 12 o 18 mesi
Moody’s taglia le stime di crescita del PIL italiano nel 2019
La crescita “anemica” dell’Italia secondo Moody’s
Tags:
Moody's
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook