09:09 27 Maggio 2020
Economia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
0 20
Seguici su

Tra i settori colpiti dall'emergenza Coronavirus, la categoria dei beni di lusso subirà un calo medio del 20% per l'anno 2020, con un ritorno ai livelli pre-pandemia previsto per il 2022-2023.

L'industria è stata infatti colpita duramente dalla crisi del Covid-19 e i conseguenti lockdown, portando segni negativi in tutte le categorie merceologiche.

Secondo l'aggiornamento del Altagamma Consensus 2020, elaborato da Fondazione Altagamma, l'effetto Coronavirus non ha risparmiato il mondo del lusso, il quale stima un calo dei consumi di beni di lusso personale su tutti i mercati, con una
media del -20%.

"Il Consensus Altagamma, con le stime di 22 analisti, prevede una forte diminuzione dei consumi mondiali e una profittabilità delle imprese del comparto in calo del 30% nel 2020. Un forte segnale positivo è la performance dei canali digitali retail +16% e wholesale +12%. La trasformazione digitale delle aziende sarà certamente potenziata e la crisi porterà a nuovi stili di vita - più sostenibili, moderati e consapevoli - la cui interpretazione sarà determinante per il rilancio dell’ alto di gamma" ha commentato il Direttore generale di Altagamma Stefania Lazzaroni.

In dettaglio, l'Europa subirà un calo del 29%, l'America del Nord del -22%, -21% l’America Latina, risultando le maggiori
decrescite anche per via della loro più lunga esposizione alla crisi e l’assenza di flussi turisti internazionali, soprattutto cinesi.

Gli acquisti dei consumatori cinesi (-9%, primi ad uscire dall’emergenza), giapponesi (-14%) e del resto dell’Asia (-16,5%) sono attesi in forte diminuzione nel 2020, anche se con un impatto inferiore rispetto a Europei (-25%) e Nord Americani (-21%).

Per quanto riguarda i prodotti, i peggiori impatti sono stimati per gioielli (-23%), orologi (-25%) e abbigliamento (-21,5%), mentre per pelletteria (-17%) e cosmesi (-13%) il calo sarà inferiore.

Il ritorno ai livelli (in valore assoluto) del 2019 è previsto nel 2022 o nel 2023, con diverse traiettorie di crescita nei prossimi anni, traiettorie che dipenderanno da come si svilupperanno i driver principali di mercato, inclusa (e soprattutto) la risposta strategica dei brand alla crisi. Per il 2025, ci si attende che il mercato raggiunga i 320-330 miliardi di euro.

Tema:
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook