17:35 08 Agosto 2020
Economia
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Ferrai pubblica i dati del primo trimestre 2020, che risentono dello stop alla Formula 1 mentre sul lato della produzione e vendita auto migliora rispetto al 2019. La pandemia si farà comunque sentire.

Pubblicati i dati del primo trimestre della Ferrari che, nonostante le forti incertezze del momento che ha bloccato vendite e produzione nel comparto automotive, confermano un core business solido per il cavallino rampante.

La guidance è stata comunque rivista e “riflette gli attuali vincoli e incertezze”.

Nel primo trimestre le consegne sono state pari a 2.738 vetture, in aumento del +4,9% rispetto allo stesso trimestre del 2019.

I ricavi netti sono di 932 milioni di euro e “quasi in linea con l’anno precedente, nonostante la flessione dei ricavi generati dalla F1 e altri ricavi”, si apprende dal comunicato.

L’EBITDA adjusted è pari a 317 milioni di euro, in crescita del +1,9%, mentre la generazione di free cash flow industriale è di 73 milioni di euro.

Guidance 2020 rivista

La Ferrari è costretta a rivedere la guidance 2020 e per quanto riguarda i ricavi netti si attende ora tra i 3,4 – 3,6 miliardi di euro, contro la precedente previsione di 4,1 miliardi.

Anche l’adjusted EBITDA è rivisto in diminuzione a 1,05-1,20 miliardi di euro rispetto alla precedente previsione 1,38-1,43 miliardi di euro.

Secondo Maranello la crisi economica generata dalla pandemia colpirà principalmente sul secondo trimestre, “causando una forte riduzione dei ricavi e dei proventi” derivanti in particolare dalla Formula 1e dalle attività di merchandising legate al marchio.

Si prevede una riduzione anche nella vendita di motori alla Maserati.

Le auto continuano a vendersi

I cali riguarderanno in particolar modo la Formula 1 e la vendita degli accessori di culto legati al mondo Ferrari. Per quanto riguarda la produzione e vendita di auto, invece, Ferrari è certa di poter mantenere alta la produzione con una ripresa nella seconda metà dell’anno.

Se si guardano i risultati del comparto auto e parti di ricambio, infatti, i ricavi sono pari a 788 milioni di euro rispetto ai 735 milioni di euro dello stesso periodo del 2019.

Andamento del titolo

Il titolo aveva perso terreno questa mattina dopo la pubblicazione dei dati trimestrali, ma nel pomeriggio ha ampiamente recuperato ed ora una azione Ferrari è scambiata a 145,55 euro (+1,5%).

Correlati:

Perché Ferrara resiste al Covid-19?
Quanti soldi guadagna la Ferrari dalla vendita di ciascuna delle sue auto?
Individuata l'enigmatica Ferrari F40 del figlio di Saddam Hussein - Video
Tags:
Economia, Ferrari
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook