01:41 28 Maggio 2020
Economia
URL abbreviato
0 51
Seguici su

Le autorità egiziane hanno deciso di abbassare il prezzo del carburante per l'aviazione nel quadro delle misure per sostenere il settore turistico. Lo si apprende da un comunicato stampa del ministero del Turismo dell’Egitto.

Secondo quanto riferito, il ministro del turismo egiziano Khaled Al-Anani ha avuto oggi un incontro con il ministro del Petrolio Tarek el Molla. Funzionari hanno discusso una serie di misure a sostegno dell'industria turistica nel contesto degli effetti gravi del coronavirus.

"I ministri hanno concordato un'ulteriore riduzione del prezzo di cherosene per l'aviazione, lo sconto totale sarà fino a dieci centesimi per gallone. Lo sconto sarà applicato quando il traffico aereo verrà ripreso e il flusso turistico verrà ripristinato", si legge nel comunicato del ministero.

Nel frattempo il giornale Akhbar el-Yom ha riferito, citando le fonti al corrente della situazione nell’Autorità per l'Aviazione Civile egiziana, che i voli di linea per l’aeroporto del Cairo potrebbero essere riavviati a metà maggio.

"È stato deciso di riprendere i voli regolari per l'aeroporto internazionale del Cairo a metà maggio. L'aeroporto del Cairo e altri aeroporti egiziani sono pronti a riprendere i voli, ma tutti sono in attesa della decisione del governo su questo", riporta il giornale.

Lo scorso 31 marzo la Banca Centrale d'Egitto ha dichiarato che le entrate del turismo nel 2019 hanno raggiunto un livello record, superando 13 miliardi di dollari ed oltre 13 milioni di turisti hanno visitato il paese. Allo stesso tempo i ricavi del settore turistico nella primavera di questo anno subiranno un forte calo per via della pandemia del coronavirus.

Il numero complessivo dei casi di contagio dal coronavirus in Egitto ha raggiunto 5.268, un dato che comprende 3.553 malati, 1.335 guariti e 380 decessi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook