22:47 04 Agosto 2020
Economia
URL abbreviato
0 09
Seguici su

L’Italia secondo il rating finanziario di Standard and Poors risulta a soli due punti dal livello dei titoli spazzatura.

L'agenzia di rating globale americana Standard and Poor's non ha modificato il rating italiano confermando un "BBB" con un outlook negativo. Anche se la valutazione vede l'Italia a soli due punti dal territorio speculativo, il livello "spazzatura".

Tuttavia l'agenzia avverte che l'Italia potrebbe subire un declassamento se il debito non vedrà una chiara riduzione nei prossimi tre anni e che se ci sarà un peggioramento delle condizioni di prestito, cosa che metterebbe a rischio la stabilità delle finanze pubbliche, in caso di mancato sostegno da parte dell'euro. Dall'altra parte però S&P afferma che l'attuale sostegno finanziario della BCE consente all'Italia di rifinanziare i propri debiti a tassi di interesse reali di circa lo 0%.

Secondo S&P la previsione può diventare stabile se l'economia vedrà un miglioramento superiore al previsto e se il sistema bancario riuscirà a resistere allo shock dell'economia reale causato dal coronavirus.

Un crollo del 10% del PIL nel 2020

S&P prevede una contrazione del 10% del PIL italiano nel 2020, con una successiva crescita del 6,4% nel 2021. Il tasso di disoccupazione quest'anno sarà dell'11,2%, il disavanzo aumenterà al 6,3% del PIL alla fine del 2020 e il debito si avvicinerà al 153%. Il nuovo debito, secondo l'agenzia di rating, sarà acquistato principalmente dalla BCE.

 

Correlati:

Il coronavirus e l’urgenza di una riforma della finanza
Coronavirus Italia, Confesercenti rivede stime: impatto negativo da 8mld sul Pil
La finanza nell’era dei cambiamenti climatici
Tags:
Standard & Poor's
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook