20:23 06 Luglio 2020
Economia
URL abbreviato
Emergenza coronavirus: situazione in Italia (21 aprile - 2 maggio) (148)
131
Seguici su

L'Assaeroporti ribadisce l’urgenza di interventi specifici fino ad oggi non previsti dai provvedimenti emanati per riuscire ad affrontare la crisi creata dal Coronavirus.

L'Assaeroporti, l'Associazione che all'interno di Confindustria riunisce i gestori di aeroporti, ha lanciato un nuovo allarme per richiedere interventi nel settore da parte del Governo, vista la necessità del trasporto aereo per permettere la ripartenza del Paese.

Nel corso della cosiddetta "fase 1", la chiusura del trasporto aereo interno ha provocato una perdita di oltre 11,5 milioni di passeggeri con una stop del traffico pressochè totale.

La crisi sta avendo un impatto fortissimo sulla liquidità dei gestori che senza adeguate misure di sostegno da parte del Governo rischia di compromettere la capacità di investimento degli aeroporti, che solo nel 2020 prevedevano di investire più di 1 miliardo di euro" si legge in una nota di Assaeroporti.

"I gestori aeroportuali stanno vivendo oggi una crisi senza precedenti: a fronte di entrate sostanzialmente azzerate e con una previsione di contrazione del fatturato per il 2020 di circa 1,6 miliardi di euro, continuano a sostenere oneri incomprimibili, che possono arrivare anche fino all’85% dei costi. Uno scenario che ha costretto gli aeroporti a richiedere la cassa integrazione per oltre 10.000 lavoratori, ossia per più del 95% dei dipendenti" si continua a leggere nella nota.

Assaereporti ha avviato un’interlocuzione con il Governo sulle misure a sostegno del settore, che richiedono tempi rapidi di attuazione ed un coordinamento a livello europeo e internazionale "tenendo conto dell’evoluzione dell’emergenza sanitaria e dei nuovi scenari che si presenteranno nei prossimi mesi" conclude la nota dell'associazione.

Nel frattempo molte sono le aziende che si stanno adoperando per fornire misure di sicurezza valide per permettere la ripartenza del trasporto aereo. Tra queste, l'azienda manifatturiera italiana Aviointeriors ha avviato due progetti su come modificare la disposizione dei posti negli aeromobili per garantire il necessario distanziamento tra i passeggeri.

Tema:
Emergenza coronavirus: situazione in Italia (21 aprile - 2 maggio) (148)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook