16:45 30 Settembre 2020
Economia
URL abbreviato
L'emergenza coronavirus in Italia (13-21 aprile) (128)
0 20
Seguici su

L'Inps comunica di avere inviato l'indennizzo da 600 euro a quasi tutti i richiedenti. Problemi con 250mila che hanno sbagliato l'inserimento dell'IBAN.

L’indennizzo da 600 euro per indipendenti e partite iva è stato erogato dall’Inps a 3,1 milioni di richiedenti. Lo fa sapere l’Inps che aggiunge anche che resta in attesa della correzione dell’Iban da parte di 250mila richiedenti che avevano fornito un IBAN errato.

Ulteriori 500mila sono invece in fase di istruttoria. Gli aventi diritto potranno a breve variare la domanda, in particolare i dati inseriti all’atto della domanda, ma che dovessero eventualmente essere risultati errati.

L’erogazione dell’indennizzo da 600 euro è partito martedì 14 aprile, con l’invio dei primi pagamenti.

Gli aventi diritto hanno ricevuto un sms o una email da parte dell’Inps, che li informava dell’avvenuto accredito della somma sul conto corrente bancario o sul conto postale indicato all’atto della presentazione della domanda.

Con il decreto di aprile l’indennizzo salirà a 800 euro, ma maggiori informazioni si avranno con l’approvazione dello stesso alla fine della prossima settimana.

Ancora è possibile richiedere l’indennità di 600 euro recandosi sul sito dell’Inps. L’accesso per il cittadino è concesso dal lunedì al venerdì, dalle ore 16.00 alle ore 8.00 del mattino. Mentre il sabato e la domenica l’accesso è libero a qualsiasi ora.

Tema:
L'emergenza coronavirus in Italia (13-21 aprile) (128)

Correlati:

Sito Inps riapre i battenti, ma l'accesso è scaglionato
Salvini contro i vertici Inps: 'Possibile che non si dimetta mai nessuno?'
Tags:
INPS, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook