03:45 02 Giugno 2020
Economia
URL abbreviato
2184
Seguici su

Si tratta buoni vaucher che permetteranno ai turisti di acquistare una vacanza futura a prezzo scontato, con Iva deducibile per residenti in Italia o tax refund per gli stranieri. La proposta è del sindaco di Pollina.

Un buono vacanza da acquistare adesso a prezzi scontati, da poter utilizzare dal momento in cui finisce l'emergenza sino a fine 2022: è questa l'idea a cui sta lavorando in queste ore l'Anci - l'associazione sindaci - della Campagnia, assieme al governatore Vincenzo De Luca. 

La proposta proviene da Stefano Pisani, primo cittadino di Pollica, perla del Cilento, bandiera blu di Legambiente e capitale della dieta mediterranea.

La caratterizzazione degli holidays bond, costituiti da vaucher turistici di valore nominale superiore al prezzo d'acquisto, è la deducibilità dell'Iva in dichiarazione dei redditi. Per gli stranieri, che non presentano il 740, si applicherebbe una tax refund di valore equivalente. 

Per gli operatori ci sarebbe un doppio vantaggio: da un lato avrebbero liquidità immediata, dall'altro le entrate da holiday bond sarebbero defiscalizzate, in modo da sostenere il settore. Per i turisti invece, ci sarebbe l'enorme convenienza di acquistare una vacanza a prezzi vantaggiosi, da spendere in tempi migliori. 

Per la gestione dei vaucher l'ipotesi al vaglio è quella di una piattaforma web sui cui potranno registrarsi sia gli operatori del settore, sia gli utenti interessati.

Tags:
crisi, Turismo, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook