22:45 04 Agosto 2020
Economia
URL abbreviato
192
Seguici su

Il consenso tra la Russia e l’Arabia Saudita sui volumi di estrazione del petrolio non è stato ancora raggiunto e tutto sarà deciso il 9 aprile alla conferenza OPEC+, ha riferito una fonte al corrente dei preparativi del vertice.

In precedenza un portavoce del ministero dell’Energia russo aveva dichiarato che la Russia parteciperà alla riunione dell’OPEC+ in formato videoconferenza dove i paesi membri discuteranno il taglio dell’estrazione di petrolio.

"Tra i principali paesi del formato finora non c’è un consenso sulla riduzione di estrazione del petrolio, si tratta della Russia e dell'Arabia Saudita. Molto probabile che tutto sarà deciso nel giorno dell’appuntamento. E' ancora difficile pronosticarne i risultati", ha detto la fonte.

Come riferito dalla fonte, prima del rinvio della riunione, inizialmente in programma il 6 aprile, una bozza dell’accordo era già pronta.

"Alcuni paesi lo hanno addirittura concordato, ma tutto è fallito per via della posizione dell'Arabia Saudita, contraria alle quote proposte. Per questo motivo non è chiaro cosa accadrà questa volta, ma i preparativi per l'incontro sono in corso", ha detto la fonte.

Nel marzo 2020, i prezzi globali del petrolio sono crollati drasticamente. Il 1 aprile il Brent ha raggiunto il suo minimo storico dal 2002, $ 17,79. Secondo un analista norvegese, a causa del mancato consenso tra Mosca e Riad i prezzi del greggio potrebbero subire un'ulteriore crollo fino a 10-15 dollari al barile.

Lo scorso venerdì il presidente russo Vladimir Putin tra le ragioni del calo dei prezzi di petrolio ha nominato sia la situazione con coronavirus al mondo, che il ritiro dell'Arabia Saudita dall'accordo OPEC+, l’aumento della produzione da parte di Riad e l’annuncio della sua disponibilità a fare sconti. Tuttavia, il presidente russo ha aperto ad una riduzione della produzione petrolifera di circa 10 milioni di barili al giorno a patto che venga trovata un'intesa congiunta tra i Paesi OPEC+.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook