17:55 08 Agosto 2020
Economia
URL abbreviato
Infezione di coronavirus diventa pandemia (23-30 marzo) (117)
491
Seguici su

Con l'esponenziale diffusione del Covid-19, negli Stati Uniti sono sempre più gli investitori che cercano riparo nel bene rifugio per eccellenza

Banche e fondi di investimento americani si trovano a far fronte ad un pesante deficit di lingotti d'oro a causa della pandemia di coronavirus.

A riferirlo è il The Wall Street Journal, spiegando che la richiesta del bene rifugio per eccellenza è salita così tanto, specie a Wall Street, da costringere gli istituti di credito americani a importare oro dal Canada e dalla Gran Bretagna con dei voli charter.  

Nei giorni scorsi, il prezzo dei future dell'oro ha subito un'impennata che lo ha portato a sfiorare i 1620 dollari l'oncia, la cifra più alta negli ultimi sette anni.

Michael Matousek, a capo della US Global Investors, ha riferito alla CNBC che il repentino aumento delle transazioni sull'oro e il significativo incremento del suo prezzo di mercato devono essere considerati degli inequivocabili segnali della recessione economica.

Il Covid-19 negli USA

Stando ai dati forniti dalla John Hopkins University, sono oltre 100.000 le persone già contagiate dal coronavirus negli Stati Uniti, con il bilancio delle vittime che è salito sopra quota 1500.

Tra i centri più colpiti la capitale del Paese, Washington DC, e New York, dove si contano rispettivamente 109 e 366 decessi. 

Tema:
Infezione di coronavirus diventa pandemia (23-30 marzo) (117)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook