17:00 05 Luglio 2020
Economia
URL abbreviato
251
Seguici su

Le restrizioni ai viaggi interni, insieme a una minore disponibilità a viaggiare a causa del coronavirus, hanno fatto precipitare le compagnie aeree globali nella peggiore crisi di sempre. Si prevede che il traffico passeggeri diminuirà del 38% in tutto il mondo e le entrate dei viaggiatori del settore diminuiranno del 44% quest'anno.

Il traffico aereo globale è sceso al livello più basso dall'inizio dell'anno, secondo Flight Radar 24.

Il monitoraggio delle statistiche dal tracker di volo più famoso al mondo mostra che sono stati effettuati 94.477 voli mercoledì, un calo del 52% dal picco di 196.750 di quest'anno del 21 febbraio.

I governi di tutto il mondo hanno imposto varie restrizioni ai viaggi per contenere la diffusione del coronavirus. Gli Stati Uniti hanno limitato i viaggi in Cina, Corea del Sud e gran parte dell'Europa; l'Unione Europea ha limitato tutti i viaggi non essenziali fino a metà aprile, mentre la Russia e l'India hanno imposto divieti generali all'ingresso di tutti gli stranieri fino al 1 maggio e 15 aprile, rispettivamente.

Dato che il trasporto aereo è il mezzo principale per diffondere il virus, oltre 50 compagnie aeree hanno già scelto di interrompere i voli anziché volare con aeromobili vuoti, cosa che facevano all'inizio dell'epidemia.

La International Air Transport Association (IATA), un gruppo che rappresenta circa 290 compagnie aeree o l'82 percento del traffico aereo totale, ha dichiarato martedì che si aspetta che le entrate globali dei passeggeri precipitino di 252 miliardi di dollari, ovvero il 44% in meno rispetto allo scorso anno.

La domanda di passeggeri per l'intero anno, calcolata in "passeggeri-chilometri", potrebbe diminuire del 38% rispetto al 2019, con il calo più marcato (un calo del 65 percento) previsto nel secondo trimestre.

“Il settore aereo affronta la sua crisi più grave. Nel giro di poche settimane, il nostro precedente peggiore scenario sembra migliore delle nostre ultime stime", ha dichiarato il direttore generale della IATA Alexandre de Juniac in una nota martedì.
“Ma senza misure di aiuto immediato del governo, l'industria non resterà in piedi. Le compagnie aeree hanno bisogno di 200 miliardi di dollari in supporto di liquidità semplicemente per farcela.

Correlati:

Il Senato Usa passa il pacchetto di aiuti al coronavirus da $2.000 miliardi
Russia: registrati 840 casi di coronavirus in totale
Ambasciatore russo insiste, Italia non deve nulla per aiuti contro coronavirus
Tags:
voli, Aereo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook