04:57 31 Marzo 2020
Economia
URL abbreviato
3416
Seguici su

All'inizio di marzo, i paesi OPEC + non sono riusciti a raggiungere un accordo né per ridurre la produzione di petrolio, né per estenderne la durata.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha approvato i piani dell'Arabia Saudita di espellere la Russia da alcuni mercati aumentando la produzione di carburante, riferisce Politico citando fonti informate.

Secondo un ex alto funzionario dell'amministrazione, Trump ha approvato i piani di Riad, ma allo stesso tempo ha esortato non abbassare troppo i prezzi del petrolio per proteggere i produttori di carburanti statunitensi.

Tuttavia, come notato dall'interlocutore di Politico, il calo dei prezzi due settimane dopo la conversazione di Trump con Salman si è rivelato così forte che la Casa Bianca è stata colta di sorpresa. "Nessuno pensava che sceso talmente tanto", ha detto la fonte.

Il capo della Casa Bianca ha espresso la sua posizione il 9 marzo in una conversazione telefonica con il principe ereditario Mohammed bin Salman.

Il Wall Street Journal ha riferito in precedenza che funzionari del Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti stanno sollecitando l'amministrazione Trump a stringere un'alleanza con l'Arabia Saudita per regolare i prezzi del petrolio.

Si presume che tale decisione eviterà gravi crolli dei prezzi del petrolio e potrebbe anche indebolire il partenariato dell'Arabia Saudita con la Russia, si legge sul Politico.

Lo stesso Trump ha dichiarato la scorsa settimana che la Russia e l'Arabia Saudita stanno lottando per la quota di mercato e questo ha fatto scendere i prezzi del petrolio ai livelli più bassi degli ultimi decenni.

Secondo lui, gli Stati Uniti interverranno al "momento giusto", ma per ora stanno cercando di trovare una "via di mezzo" tra i vantaggi dei prezzi bassi e la protezione della propria industria petrolifera.

Il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov, commentando le parole del leader americano, ha osservato che il Cremlino comprende il motivo delle sue dichiarazioni: molte aziende stanno subendo gravi perdite a causa dei prezzi bassi e i produttori americani di petrolio di scisto si trovano in una situazione terribile.

La fine dell'accordo OPEC +

All'inizio di marzo, i paesi OPEC + non sono riusciti a raggiungere un accordo né per ridurre la produzione di petrolio, né per estenderne la durata. Riad ha insistito per un'ulteriore taglio della produzione, incontrando l'opposizione di Mosca, che ha proposto di mantenere le condizioni attuali.

Di conseguenza, dal 1 aprile, i partecipanti alla transazione OPEC + non avranno alcun obbligo reciproco. Successivamente, i sauditi hanno annunciato che avrebbero aumentato la produzione, abbassato i prezzi e offerto grandi volumi di sconti ai clienti europei. Ciò ha portato al crollo delle quotazioni petrolifere nei mercati mondiali. Dall'inizio dell'anno, i prezzi sono scesi più del doppio.

Correlati:

USA, senatori e amministrazione Trump raggiungono accordo su legge di risposta al coronavirus
Tra Russia e Arabia Saudita nessuna guerra sul prezzo del petrolio - Cremlino
Crisi senza fine: fino a quanto potrebbe calare il prezzo del petrolio?
Tags:
Petrolio, OPEC
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook