08:49 10 Aprile 2020
Economia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
116
Seguici su

Non si ferma la speculazione sul mercato finanziario italiano e così la Consob vieta le vendite allo scoperto per 3 mesi alla Borsa di Milano. Lo spread sale a 320 punti poi scende a 313.

Il differenziale tra i Btp Italia a 10 e l’omologo Bund tedesco ha toccato i 320 punti base quest’oggi, in netto aumento del +12,98% rispetto a ieri. Al momento lo spread viaggia intorno ai 313 punti base, ma è evidente la forte pressione speculativa a cui è sottoposto il mercato finanziario italiano.

La Consob ieri sera ha deciso di vietare per ben 3 mesi le vendite allo scoperto a Piazza Affari con una decisione che non trova precedenti nella storia della Borsa di Milano.

Il divieto, infatti, “si applica a tutte le azioni negoziate sul mercato regolamentato italiano”.

Obiettivo della Consob è “ripristinare l’integrità del mercato” e fa seguito alle misure già adottate dall’ESMA sulle attività speculative ed è un misura in linea con quanto adottato anche in Spagna, Francia e Belgio.

L’indice VIX, termometro della volatilità dei mercati e indicatore di uno stato di tempesta o calma sul mercato di Wall Street, viaggia intorno ai 75 punti, ma ieri ne aveva raggiunti 83. Per essere considerato un periodo di calma, l’indice dovrebbe essere sotto i 20 punti base.

La situazione aggiornata alla Borsa di Milano

Alla Borsa di Milano le cose non promettono bene quest’oggi, al netto delle speculazioni i mercati sono preoccupati da una situazione che di fatto ha quasi bloccato l’attività economica di tutto il mondo.

Il FTSE MIB al momento perde il -2,78% ed è a quota 14.888,85 punti. Questo risultato ci porta indietro nel tempo al 16 novembre 2012.

Guardando ai migliori rialzi del giorno alla Borsa Italiana, da segnalare Campari con un +5,87% e Telecom Italia con un +4,44%. Bene anche Tenaris con un +3,49%. Anche Atlantia è in terreno positivo a +2,02%.

I peggiori titoli a Piazza Affari sono quelli dell’automotive, con in testa Cnh Industrial che cede il 9,83%, seguita da Fiat Chrysler Automobiles a 7,9%. Male anche Nexi (6,73%) ed Exor (6,49%).

Tra le banche italiane la peggiore è Intesa Sanpaolo che perde il -5,94%, nonostante sia stata la prima banca italiana ad offrire il suo pieno appoggio alle imprese italiane offrendo dapprima 5 - 10 miliardi di euro di crediti agevolati, poi portati a 15 miliardi.

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)

Correlati:

Guerra commerciale, possibile accordo USA-Cina fa volare le borse europee e mondiali
Spettro lunedì nero sulle Borse europee e Italia: Francoforte -7%, Londra -8%, Milano -6,85%
Borse europee, dopo il sole mattutino tornano ad addensarsi nuvole: Borsa Milano in rosso
Tags:
Borsa di Milano
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook