19:28 30 Marzo 2020
Economia
URL abbreviato
0 40
Seguici su

La Russia ha aumentato in modo significativo le esportazioni di lingotti d'oro, secondo quanto riferito dall'Ufficio di controllo statale presso il Ministero delle finanze a Sputnik.

Nel 2019, la vendita di metalli preziosi all'estero è aumentata di oltre otto volte rispetto al 2018: 116,075 tonnellate contro 13,87 tonnellate.

Allo stesso tempo, la Banca di Russia ha ridotto gli acquisti di oro monetario del 42% per incrementare le riserve di oro statale e quelle valutarie a 158,6 tonnellate. Alla data del 1 gennaio 2020, le riserve ammontavano a 73 milioni di once (2.270,56 tonnellate).

Nel 2018, la Banca centrale ha acquistato 273.715 tonnellate di oro e, all'inizio del 2019, le riserve in oro sono ammontate a 67,9 milioni di once (2111,93 tonnellate).

Come precedentemente riportato da Kommersant, alla fine del 2019, c'erano 92 tonnellate di metalli preziosi in oro equivalenti sui conti dei metalli nelle banche russe contro 38 tonnellate all'inizio dell'anno.

Secondo le previsioni dell'Unione dei produttori di oro, entro la fine del 2019 saranno prodotte in Russia 350 tonnellate di oro.

Correlati:

Russia ha venduto oro al Regno Unito per un valore record di $ 5 miliardi
Economia, le conseguenze del coronavirus sui mercati: giù il petrolio, oro ai massimi da 7 anni
La Russia continua ad accumulare oro nonostante i prezzi alle stelle
Tags:
Russia, oro
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook