03:53 05 Aprile 2020
Economia
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Il comitato del governo britannico ha approvato un mandato che apre la strada ai negoziati sul futuro partenariato con l'Unione Europea dopo la Brexit, ha detto ai giornalisti il portavoce ufficiale dell'Ufficio del premier. Anche i ministri Ue riuniti al Consiglio Affari generali a Bruxelles hanno adottato il mandato negoziale con il Regno Unito.

Martedì il Consiglio Ue ha adottato una decisione che autorizza l'avvio di negoziati per un nuovo partenariato con il Regno Unito e nomina ufficialmente la Commissione come negoziatore dell'Unione europea. "Il processo di armonizzazione del nostro approccio è andato molto liscio. Non vediamo l'ora di avere un dialogo costruttivo con l'UE... l'obiettivo principale del Regno Unito è quello di ripristinare la nostra indipendenza economica e politica il 1° gennaio 2021", ha affermato il portavoce ufficiale dell'Ufficio del premier.

Ha aggiunto che si aspetta che il futuro accordo commerciale con l'UE assomigli agli accordi esistenti dell'UE con altri paesi.

​"Siamo pronti per iniziare questa prima fase dei negoziati dopo la Brexit. Siamo pronti per iniziare nel pomeriggio di lunedì (2 marzo, ndr) questi colloqui con un team guidato da David Frost (consigliere per gli Affari Europei del premier britannico Boris Johnson, ndr). [...] e questo primo round si concluderà giovedì", ha detto Michel Barnier, il capo negoziatore dell'Ue per la Brexit, in una conferenza stampa a Bruxelles dopo la riunione del Consiglio dell'UE per gli Affari generali, in cui è stato approvato il mandato della Commissione Europea per condurre questi negoziati.

"Questi negoziati complessi dovranno essere fatti in un tempo molto breve prima dell'uscita del Regno unito dal mercato unico e dall'unione doganale, il 31 dicembre. Sempre che la posizione britannica non cambi. Un tempo molto breve scelto dal governo britannico, non da noi. Da questo punto di vista, ognuno dovrà assumersi le proprie responsabilità. Non potremo fare tutto, faremo il massimo ma non siamo noi a mettere questa pressione sui negoziati" ha poi aggiunto Barnier.

​In precedenza, il primo ministro Boris Johnson ha dichiarato che cercherà la conclusione di "ambiziosi" accordi di libero scambio con l'UE e con gli Stati Uniti.

Come previsto, i negoziati inizieranno nel mese di marzo. Il periodo di transizione post-Brexit si concluderà alla fine di quest'anno, in modo che le parti abbiano circa nove mesi per raggiungere un accordo per ulteriori relazioni. Anche un portavoce dell'Ufficio del primo ministro ha detto che il mandato per i negoziati commerciali con gli Stati Uniti il governo pubblicherà all'inizio della prossima settimana.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook