11:09 06 Luglio 2020
Economia
URL abbreviato
0 21
Seguici su

La mossa di Stoccolma è controcorrente tra le crescenti preoccupazioni tra i governi, le banche centrali e persino le agenzie d'intelligence, che le criptovalute potrebbero rappresentare una grave minaccia per le tradizionali strutture e istituzioni finanziarie globali sostenute dal dollaro.

La banca centrale svedese della Riksbank ha annunciato piani per un lancio di prova dell'e-krona, una valuta digitale della banca centrale che funziona con la tecnologia di contabilità distribuita (DLT) nota per il suo uso nelle criptovalute.

In una dichiarazione di questa settimana, Riksbank ha spiegato che l'obiettivo del progetto è quello di "mostrare come la e-krona possa essere usata dal grande pubblico".

"Una corona digitale dovrebbe essere semplice, intuitiva e soddisfare i requisiti essenziali di sicurezza e prestazioni", ha osservato la banca.

Creato dalla società di servizi professionali con sede in Irlanda Accenture, il progetto pilota dovrebbe durare fino a febbraio 2021, con gli utenti in grado di effettuare e ricevere pagamenti utilizzando un portafoglio digitale, con opzioni di pagamento che includono un'app per telefoni cellulari, smartwatch e carte per condurre pagamenti, depositi e prelievi.

Le banche saranno in grado di scambiare la corona fisica con l’e-krona utilizzando una rete privata DLT controllata direttamente dalla banca centrale.

Le criptovalute "statali"

La Svezia è una delle decine di paesi che hanno esplorato la possibilità di utilizzare valute digitali, con la Russia, la Cina, il Giappone, l'Unione Europea, la Svizzera, il Regno Unito, il Venezuela, l'Iran e altri che stanno esaminando l'idea di una moneta digitale basata sulla tecnologia blockchain.

Per alcuni paesi, la valuta è semplicemente un nuovo interessante strumento di pagamento alternativo. Tuttavia, per le nazioni colpite da sanzioni statunitensi come l'Iran, si tratta di una soluzione potenzialmente significativa contro le schiaccianti e arbitrarie restrizioni di Washington.

Le valute digitali sostenute dalla banca centrale funzionano in modo leggermente diverso dalle tradizionali criptovalute indipendenti o sostenute dalle società come Bitcoin o Libra di Facebook, che da alcune entità sono considerate come una potenziale minaccia all'ordine finanziario globale a causa della loro natura non regolamentata. Tuttavia, il principio alla base delle valute elettroniche nazionali è più o meno lo stesso, con un sistema che funziona risolvendo complessi calcoli matematici e operando senza l'uso di un sistema server centrale.

Con meno dell'1% del PIL svedese rappresentato in banconote nel 2018, il paese scandinavo è già una delle più "società senza contanti" al mondo. La Svezia è orientata verso la digitalizzazione di tutti i pagamenti, una mossa criticata da alcuni per il potere che garantisce al governo sulle finanze dei popoli.

Correlati:

Svizzera: concesse licenze alle prime “banche di criptovalute” al mondo
Paesi del BRICS pronti a sostituire il dollaro con criptovaluta
Cina vuole una criptovaluta centralizzata dopo la repressione dei bitcoin
Tags:
criptovaluta, corona
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook