22:14 17 Febbraio 2020
Economia
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Secondo l'ultimo report di Assobirra, si è avuto un aumento nel consumo di birra in Italia del 2,2% nel secondo semestre del 2019, con un maggiore aumento dei consumi nei periodi caldi rispetto a quelli freddi.

L’ultima edizione di AssoBirra Monitor, il report sull’andamento delle vendite nel Paese delle imprese aderenti ad AssoBirra, l’associazione confindustriale che raccoglie 40 birrifici, mostra un andamento positivo nei consumi di birra in Italia, con un aumento nei consumi del 2,2% negli ultimi sei mesi del 2019 rispetto all'anno precedente.

Gli acquisti si sono concentrati principalmente nei mesi più caldi (aumento del 7% a luglio), in cui si è avuto più consumi, rispetto a quelli più freddi (1,5% a dicembre).

​"Questi risultati si devono ad un settore che si è caratterizzato negli anni per la presenza, da un lato, di una moderna filiera agricola e, dall’altro, di un tessuto imprenditoriale e produttivo che ha investito nel Paese e in un’innovazione sempre più sostenibile. In questa favorevole congiuntura il nostro comparto, virtuoso nell’utilizzo di imballi riciclabili e riutilizzabili, deve sopportare i costi legati alla ridotta capacità operativa del sistema di riciclo. Oggi la differenziazione dei rifiuti del vetro ha raggiunto valori significativi; questo non è coinciso, però, con il pari adeguamento degli impianti di trattamento e ha comportato un gravoso e insostenibile innalzamento dei contributi, cresciuti del 108% in un anno per il vetro, senza contare gli annunciati incrementi anche del contributo per gli imballaggi in carta", ha commentato il Presidente di Assobirra Michele Cason.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook