04:47 05 Giugno 2020
Economia
URL abbreviato
4281
Seguici su

Per gli analisti di Moody's l'epidemia del coronavirus in Cina è un "cigno nero", molto più grave della crisi del 2008. L'economista Gaurav Sharma preferisce definirla "una tempesta perfetta".

Gaurav Sharma ha definito in un suo articolo su Forbes, l'epidemia da coronavirus come una "tempesta perfetta che porterà i prezzi del petrolio al di sotto dei $30 a barile". 

L'analista economico del settore petrolifero e del gas evidenzia cinque fattori che potrebbero provocare una tempesta perfetta sul mercato:

  1. Innanzitutto, il principale fattore ribassista è il calo della domanda cinese. Per combattere il coronavirus e controllarlo, Pechino ha messo in quarantena milioni di persone, prolungato le vacanze di Capodanno cinese e chiuso uffici, fabbriche, cantieri navali, centri commerciali, cinema e altri luoghi pubblici. "Ciò probabilmente ridurrà la domanda della Cina, almeno nel primo trimestre, del 18-25%", afferma Gaurav Sharma.
  2. Il secondo fattore è costituito dall'effetto domino della pandemia. L'epidemia si è diffusa in oltre 20 paesi. Una chiara vittima macroeconomica sarebbe l'industria dell'aviazione civile non solo in Cina, ma in tutto il mondo, con meno viaggiatori e maggiori restrizioni. La domanda di carburante è già inferiore per gli aerei in Asia e molte compagnie aeree internazionali che hanno temporaneamente sospeso i voli per la Cina. Secondo Reuters, sulla costa occidentale degli Stati Uniti, i prezzi dei carburanti per jet hanno subito un duro colpo a causa di forniture più economiche provenienti dalla regione dai mercati asiatici.
  3. Il terzo fattore ribassista potrebbe essere la discordia all'interno di OPEC +. Quando le dimensioni  della distruzione di domanda di petrolio a causa dell'epidemia di coronavirus si è fatta palese, i rappresentanti dell'OPEC + si sono incontrati, ma non sono riusciti a raggiungere un accordo sulla proposta di approfondire i tagli di 600.000 barili al giorno, dal momento che la Russia ha rifiutato per farlo
  4. Il quarto fattore ribassista è la domanda reale mondiale. Con lo scoppio del coronavirus, tutte le vecchie proiezioni sono inutili e il 2020 può diventare un anno di crescita della domanda insignificante se non addirittura in possibile declino.
  5. Infine, il quinto fattore ribassista è l'offerta. La riduzione dei prezzi influenzerà inevitabilmente l'attività di esplorazione e produzione nei settori marginali.
"Se tutti i fattori ribassisti si allineano, molti lo chiameranno "un cigno nero". io referisco definirlo la tempesta perfetta che farà scendere i prezzi sotto i $ 30", afferma l'autore dell'articolo.

Allo stesso tempo, l'analista aggiunge che forse uno dei cinque fattori non si materializzerà poiché la possibile azione di OPEC+ potrebbe evitare la tempesta. "Tuttavia, anche questo non sarà abbastanza per calmare i forti venti ribassisti che hanno soffiato per cinque settimane consecutive di calo dei prezzi del petrolio", conclude.

Tags:
Borsa&Mercati, Petrolio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook