23:59 02 Giugno 2020
Economia
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

La Gran Bretagna vieterà le vendite di nuove auto a benzina e diesel dal 2035, aumentando la pressione sull'industria automobilistica già in difficoltà.

Il Regno Unito ha presentato un nuovo approccio aggressivo martedì in una dichiarazione, affermando che era necessario combattere la crisi climatica e ridurre le emissioni di carbonio a "zero" entro il 2050, cinque anni prima rispetto a quanto dichiarato in precedenza.

"Abbiamo una responsabilità verso il nostro pianeta", ha dichiarato il Primo Ministro Boris Johnson in un discorso a Londra che ha lanciato la prossima conferenza ONU sul clima, COP26, che si terrà alla fine di quest'anno in Scozia.

Le compagnie automobilistiche hanno subito criticato la nuova scadenza affermando inoltre che la dichiarazione ha sollevato molte preoccupazioni. In particolare non è chiaro se il governo continuerà a sovvenzionare le vendite di veicoli elettrici e allo stesso tempo i produttori di auto hanno insistito sulla mancanza d'infrastrutture di ricarica e le potenziali perdite di posti di lavoro.

Mike Hawes, amministratore delegato della Società dei produttori di motori e commercianti, in una nota ha affermato che l’annuncio è “estremamente preoccupante".

Ha aggiunto inoltre che “questa tecnologia ancora costosa rappresenta solo una frazione delle vendite” e che “l'accelerazione di un'ambizione già molto impegnativa richiederà più degli investimenti interni del settore".

Questa nuova scadenza posiziona il Regno Unito nel gruppo di paesi all'avanguardia nell'eliminazione di auto a combustibili fossili tra i quali la Norvegia (2025) e l'India (2030).

Il numero di veicoli elettrici a batteria venduti lo scorso anno in Gran Bretagna è cresciuto del 144%, ma le vendite rappresentano ancora meno del 2% del totale. Gli ibridi, anch'essi vietati dalla nuova politica nel 2035, costituiscono circa l'8% delle vendite totali di veicoli.

Sono molte le grandi case automobilistiche che stanno investendo miliardi nello sviluppo di auto elettriche. Tuttavia la questione è difficoltosa per i produttori del Regno Unito, perché non si pensa saranno in grado di competere sul mercato data l'incertezza sull'impatto della Brexit sulle esportazioni e la logistica.

Infatti l’anno scorso la produzione di automobili in Regno Unito ha visto una contrazione del 14% a causa dei problemi nelle esportazioni e il passaggio dai motori diesel a quelli ibridi a benzina. 

Correlati:

Austria annuncia piano per ricavare 100% di elettricità da fonti rinnovabili entro il 2030
Da oggi libera circolazione per i monopattini elettrici (nel rispetto del Codice della Strada)
FCA, ipotesi di investimenti in Cina per la produzione di veicoli elettrici
Tags:
Benzina, industria, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook