02:46 31 Marzo 2020
Economia
URL abbreviato
0 13
Seguici su

Ribasso nelle esportazioni italiane del -4,2%, valore più basso rilevato dal 2011. La motivazione principale è causata dai cantieri navali.

Secondo quanto registrato dall'Istat, a novembre il valore delle esportazioni ha registrato un ribasso del 4,2%, legato soprattutto ai paesi extra Ue, valore più basso registrato dal 2011, ed un ribasso del 3,2% su base annua.

L'Istat ha anche spiegato le motivazioni che si celano dietro a questo calo, principalmente causato dai cantieri navali: "è influenzato dalle movimentazioni occasionali di elevato impatto (cantieristica navale) verso i paesi extra Ue registrate a ottobre 2019 e a novembre 2018: al netto di queste, la flessione dell'export è meno ampia" si legge nel rapporto Istat.

​Nonostante il crollo nelle esportazioni extra Ue e la crisi del settore elettronico (computer e apparecchi) con un -23,7%, altre tipologie di prodotti hanno subito un aumento. "Nei primi undici mesi del 2019, l’aumento su base annua dell’export (+2,1%) è trainato dalle vendite di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+25,8%), prodotti alimentari, bevande e tabacco (+6,3%), articoli in pelle, escluso abbigliamento, e simili (+9,2%) e articoli di abbigliamento, anche in pelle e in pelliccia (+6,8%).

Si stima che il surplus commerciale a novembre 2019 aumenti di 897 milioni di euro (da +3.975 milioni a novembre 2018 a +4.872 milioni a novembre 2019). Nei primi undici mesi dell’anno l’avanzo commerciale raggiunge +47.909 milioni (+83.331 milioni al netto dei prodotti energetici)", si continua a leggere nel rapporto Istat.

Tags:
Export, ISTAT
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook