17:44 28 Gennaio 2020
Economia
URL abbreviato
221
Seguici su

I rischi per l'Area Euro nel 2020 secondo l'agenzia di rating Moody's, che rivede l'outlook europeo in negativo. Lo scenario politico frammentato è un rischio per tutti gli stati.

Moody’s, l’agenzia di rating, ha pubblicato il report sull’Outlook sovranazionale dell’Area Euro 2020, annunciando una previsione di outlook negativo a causa del peggioramento delle condizioni globali che aumentano “l’esposizione agli shock”.

Tra le cause “il rallentamento del commercio globale” che secondo Moody’s “continuerà a pesare sulle economie aperte dell'Europa nel 2020”. Allo stesso tempo influiranno i “vincoli monetari” e anche la “frammentazione politica” sempre più evidente in molti paesi europei che sarà la causa della limitazione delle “capacità dei Paesi della regione di assorbire gli shock economici o finanziari” in atto o che si potrebbero presentare nel corso dell’anno.

Il protezionismo degli altri attori extra-UE non fa bene all’Europa, la quale è “molto esposta” al fenomeno. I “rischi geopolitici” sono un altro fattore di rischio e la frammentazione politica non aiuta. Ecco perché Moody’s prevede un rallentamento a cui gli Stati non saranno capaci di porre un rimedio perché non hanno strumenti per reagire.

La resilienza dell'Europa

Anche se il contesto globale peserà sulla crescita dell'UE, la domanda interna è resiliente e "un mix espansivo di politica monetaria e fiscale può fornire un certo cuscinetto ma è improbabile che stimoli materialmente la crescita".

Crescita dell'area UE del +1.2%

Il Pil dell'Area Euro continuerà a crescere anche nel 2020, al ritmo del +1,2% di media, rispetto al +1,1% del 2019.

Correlati:

Moody's conferma rating per l'Italia
Donald Trump vincerà le elezioni del 2020, dimostrano le simulazioni di Moody's
Moody's - prospettive banche italiane passano da negative a stabili
Tags:
Moody's
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik