15:54 20 Gennaio 2020
Economia
URL abbreviato
5012
Seguici su

I ricchi sono sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri, in Italia, anche l'Eurostat lo conferma con gli ultimi dati appena pubblicati. Il confronto con l'Europa e tra regioni italiane.

Se le statistiche nostrane non bastavano, ecco arrivare la comunicazione dell’Eurostat a confermare che gli italiani ricchi percepiscono entrate mensili 6 volte superiori a quelli che sono nella fascia più bassa e si trovano in uno stato di difficoltà. In Italia il 20% della popolazione può lamentarsi di nulla, mentre gli altri un qualche appiglio lo possono trovare.

La nuova statistica Eurostat dice che nel 2018 il divario tra ricchi è poveri, è salito da 5,9 a 6,09; ma mai come nel 2016 quando raggiungemmo il punteggio di 6,27.

Possiamo consolarci leggendo il divario in Spagna che con il 6,03 fanno appena meglio di noi o con quello del Regno Unito, dove la disparità tra più ricchi e più poveri della società è a 5,95 punti.

Meglio la Germania dove il divario ha un coefficiente di 5,07 e la Francia, dove nonostante le enormi proteste di questi giorni e le proteste dei gilet gialli del 2019, il divario è tra i più bassi d’Europa: 4,23.

Le regioni italiane che stanno meglio

Se guardiamo al solo dato italiano, la provincia autonoma di Bolzano è la meglio piazzata: qui si segnala il divario minore.

Tra le regioni il Friuli Venezia Giulia con il suo 4,1 è la migliore, seguita da Umbria e Veneto con 4,2. La Lombardia ha un coefficiente di 5,4.

Le regioni italiane che stanno peggio

Tra le peggiori al primo posto a pari merito, la Campania e la Sicilia con un divario che è al 7,4, seguite dalla Regione Lazio a 6,5.

La discrepanza tra regioni più ricche e più povere

Un dato interessante che fa riflettere, e che emerge indirettamente dai dati Eurostat, è che nelle regioni più ricche del Paese e dove c’è maggiore occupazione, il benessere economico favorisce l’uguaglianza sociale, mentre nelle regioni con maggiori difficoltà lavorative, la disuguaglianza diventa una voragine impressionante.

Correlati:

Lavoriamo sempre di più, lo dice anche Eurostat
In Italia l'e-commerce non attacca: solo 3 su 10 fanno acquisti online - Eurostat
Ogni quanto vai dal dentista? Secondo Eurostat non abbastanza spesso
Tags:
Eurostat
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik