08:55 06 Luglio 2020
Economia
URL abbreviato
234
Seguici su

Il mercato è in attesa della risposta dell'Iran all'assassinio del generale Soleimani a Baghdad.

Il costo di un barile “North Sea Brent” per la prima volta dalla fine di maggio ha superato i $ 70. Ciò è avvenuto sullo sfondo dell'escalation della situazione in Medio Oriente dopo l'assassinio del generale iraniano Qasem Soleimani a Baghdad.

Nel corso delle negoziazioni a Londra, il prezzo al barile Brent intorno alle 3:15 di Roma ha toccato i $70,16, che è superiore del 2,08% rispetto al giorno di negoziazione precedente, secondo Investing.com.

Venerdì scorso, quando i prezzi sono aumentati alla notizia dell'assassinio di Soleimani, l'analista di Energy Aspects Amrita Sen in un'intervista della CNBC ha osservato che la volatilità del mercato è dovuta alla mancanza di una risposta alla domanda su come l'Iran risponderà alla morte di Soleimani. Non ha escluso un possibile attacco agli impianti petroliferi nella regione del Golfo Persico, come un attacco all'impianto saudita di Aramco.

Sen ha osservato che se l'attesa della risposta dell'Iran viene ritardata, le quotazioni del petrolio potrebbero tornare ai livelli precedenti.

L'ultima volta un barile di Brent valeva più di $ 70 alla fine di maggio. Quindi l'aumento dei prezzi del petrolio è stato anche associato ad eventi nel Golfo Persico. A metà maggio, gli Stati Uniti hanno accusato Teheran di aver attaccato due petroliere negli Emirati Arabi Uniti e le forze armate iraniane hanno minacciato di "affondare" le navi americane.

Correlati:

Estrazione petrolio di scisto USA frena nel 2020 dopo anni di rapida crescita
Assad accusa gli Stati Uniti di vendere il petrolio siriano 'rubato' alla Turchia
Trump: “Abbiamo il petrolio siriano e ci facciamo quello che ci pare”
Tags:
Qasem Soleimani, Petrolio, Brent
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook