07:03 05 Dicembre 2020
Economia
URL abbreviato
0 90
Seguici su

L’azienda italiana specializzata in costruzione di impianti siderurgici Danieli Spa ha siglato un contratto con la russa Evraz NTMK per la fornitura di apparecchiature tecnologiche per la ricostruzione dell’officina ferroviaria, riporta un comunicato della società russa.

L’azienda italiana Danieli Spa fornirà all'azienda siderurgica russa Evraz NTMK apparecchiature tecnologiche per la ricostruzione di un'officina ferroviaria del valore di 80 milioni di euro, riporta un comunicato della società russa.

La modernizzazione dell’impianto dovrebbe essere completata nel 2022. Dopo la ricostruzione, la sua capacità produttiva salirà da 800 mila tonnellate a 950 mila tonnellate di laminati all'anno. La lunghezza del laminatoio verrà aumentata, raggiungendo i 108 metri. Come riferito nel comunicato, il riassortimento tecnico dell’officina ferroviaria amplierà la gamma dei prodotti dell’impianto e permetterà di avviare la produzione di nuovi tipi di laminato.

"Dopo la ricostruzione, potremo ottenere dal laminatoio 280 mila tonnellate di laminato e 50 mila tonnellate di palancole in più. Tale laminato è ora richiesto sul mercato e la competenza e le posizioni sicure dell'impianto ci consentono di contare sul successo di questi prodotti", sono state le parole del delegato amministrativo dell’azienda Alexej Kushnarev, citato nel comunicato.
Le attrezzature tecnologiche e i mezzi di comando automatico saranno prodotte dall'azienda Danieli ed installate sotto la supervisione di specialisti internazionali.

La italiana Danieli sviluppa, progetta, produce e mette in funzione impianti siderurgici e attrezzature in tutto il mondo, fornendo interi complessi "chiavi in mano" o singoli macchinari. L’azienda ha la sede centrale a Butrio e dispone di numerosi uffici all’estero.

La Evraz NTMK è un’impresa siderurgica e mineraria ad integrazione verticale russa con interessi in Russia, USA, Italia, Repubblica Ceca, Canada, eccetera.

 

Tags:
industria, Russia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook