10:09 24 Gennaio 2020
Economia
URL abbreviato
4013
Seguici su

Va avanti da nove ore la seduta della commissione di Bilancio al Senato che dovrebbe concludere entro questa mattina i lavori sulla manovra.

Durante la notte sono stati approvati diversi emendamenti fondamentali del provvedimento come quelli relativi alle tasse sulle merendine e le bevande zuccherate analcoliche e quella sulla plastica.

  • La tassa sulla plastica si applica ai prodotti monouso e l’emendamento approvato oltre a ridurla da 50 a 45 centesimi al kg reinserisce il tetrapak tra i materiali tassati. La tassa entrerà in vigore a luglio e saranno esclusi i prodotti in plastica riciclata e quelli che avranno una percentuale di plastica inferiore al 40%.
  • La cosiddetta sugar tax, che colpisce bevande zuccherate analcoliche, è stata rinviata a ottobre e sarà pari a 10 centesimo al litro. Lo slittamento da gennaio a ottobre comporta un gettito minore di 175 milioni di euro.
  • La tassa sulla fortuna prevede un incremento del 20% del prelievo statale sulle vincite superiori ai 500 euro, comprese le lotterie istantanee come i Gratta e Vinci.
  • Le detrazioni sanitarie restano al 19% senza vincoli di redditi. L’emendamento alla manovra cancella la stretta sui bonus fiscali per i redditi alti prevista dal ddl bilancio.
  • La nuova tassazione per le auto aziendali inizierà a luglio 2020 e riguarderà le nuove immatricolazioni. Il beneficio accessorio si riduce del 25% per le auto meno inquinanti e sale dal 40% al 60% per quelle più inquinanti. La revisione della norma annulla il nuovo gettito. Nella prima formulazione, lo Stato prevedeva invece d'incassare circa 330 milioni di euro nel 2020.
  • Le accise sui carburanti incrementeranno con un aumento del gettito di 303 milioni di euro nel 2021 e di 651 nel 2022.
  • Salirà l’aliquota della Robin tax passando dal 24 al 27,5% con platea ridotta per tre anni ai concessionari autostradali, portuali, aeroportuali e ferroviari.

Nella notte è stato discusso il pensionamento anticipato di giornalisti professionisti registrati presso Inpgi. Una modifica alla manovra approvata dal Comitato del bilancio del Senato assegna 7 milioni nel 2020 e 3 milioni all'anno dal 2021 al 2027. Dal 2020 al 2023, le risorse sono anche allocate per i poligrafi con almeno 35 anni di contributi. Sono coinvolte le società che presentano piani di riorganizzazione o ristrutturazione tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2023. Il limite di spesa è di 6,1 milioni nel 2020, 10,2 milioni nel 2021, 11,7 milioni nel 2022, 12,5 milioni nel 2023, 11,6 milioni nel 2024, 7,6 milioni nel 2025, 4,4 milioni nel 2026 e 0,3 milioni nel 2027.

Correlati:

Mes, Senato approva mozione maggioranza con 164 sì
Alitalia: niente prestito ponte in manovra – strada sempre più in salita
Voto elettronico, ok a sperimentazione in manovra
Tags:
manovra, manovre, Italia, Senato, Bilancio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik