09:15 24 Gennaio 2020
Economia
URL abbreviato
171
Seguici su

L'Antitrust ha evidenziato una condotta che tendeva a indurre in errore il consumatore, spingendolo a fargli prendere una scelta solamente di natura puramente commerciale.

Al termine dell'istruttoria dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sono state accertate violazioni da parte di Wind Tre e Vodafone italia per quello che riguarda la messa a disposizione della clientela di informazioni chiare ed immediate nella promozione delle offerte "personalizzate di winback per i servizi di telefonia mobile rivolte ad ex clienti, contattati prevalentemente tramite sms, limitandosi a indicare le sole condizioni del piano tariffario proposto in termini di prezzo e traffico incluso e omettendo nel messaggio, viceversa, di dar conto di ulteriori costi o di vincoli di fruizione delle offerte".

Le due aziende delle telecomunicazioni hanno violato l'articolo 22 del codice del consumo e pertanto saranno condannate a pagare delle multe salatissime del valore complessivo di 10 milioni di euro, di cui 4,3 per Wind Tre e 6 milioni per Vodafone.

Le proposte erano "rivolte ad ex clienti, contattati prevalentemente tramite sms, limitandosi ad indicare le sole condizioni del piano tariffario proposto in termini di prezzo e traffico incluso".

"Si è ritenuta tale condotta – continua l'Antitrust nella sua nota – idonea a indurre in errore il consumatore medio in ordine al contenuto della proposta e a fargli assumere una decisione di natura commerciale che non avrebbe altrimenti preso".

Recentemente l'Antitrust ha avviato un indagine a carico di Poste italiane, sospettata di eseguire pratiche commerciali scorrette.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik