11:00 09 Dicembre 2019
Lingotti d'oro

Polonia si riprende 100 tonnellate di oro dal Regno Unito - Foto, Video

CC0
Economia
URL abbreviato
181
Seguici su

La Polonia, che ha aumentato rapidamente le sue riserve di lingotti negli ultimi due anni, ha rimpatriato circa 100 tonnellate di oro custodito nelle casse della Banca d'Inghilterra a Londra.

Circa metà delle partecipazioni di Varsavia nel Regno Unito sono state trasferite alla Banca nazionale polacca (NBP), ha annunciato lunedì il governatore della banca centrale, Adam Glapinski.

"L'oro simboleggia la forza del paese", ha detto ai giornalisti Glapinski.

Alcune foto e video sono emersi online che mostrano il funzionario reggere tra le mani un lingotto d'oro di fronte a un caveau di una banca.

Mentre metà delle riserve polacche sono ancora immagazzinate in Inghilterra, la banca centrale del paese ha dichiarato che potrebbe continuare a rimpatriare il metallo prezioso se "la situazione della riserva sarà favorevole".

La Polonia potrebbe generare profitti "multimiliardari" vendendo le sue quote di lingotti, ma attualmente non ha intenzione di farlo, ha dichiarato Glapinski.

La Polonia è diventata il 22° maggiore detentore di lingotti al mondo; ha acquistato circa 125 tonnellate nel 2018 e nel 2019, portando le sue riserve auree a 228,6 tonnellate. La scorta di lingotti ora vale circa $10,8 miliardi, secondo il NBP.

Le banche centrali di tutto il mondo hanno registrato una forte tendenza all'acquisto di oro, incrementando la domanda totale di lingotti al suo massimo in tre anni nella prima metà del 2019, secondo il World Gold Council.

Mentre Russia, Cina e Turchia sono i principali acquirenti di lingotti, anche Polonia, Ungheria e Serbia stanno aumentando le loro scorte mentre cercano di diversificare le loro riserve a causa dell'incertezza economica globale.

Correlati:

In Polonia cercano di nuovo il treno con l'oro di Hitler
Water in oro massiccio rubato dalla casa natale di Winston Churchill
Il prezzo dell’oro potrebbe triplicare
Tags:
Polonia, oro
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik