17:52 07 Dicembre 2019
Gasdotto in Ucraina

Vicepremier russo rivela per quanto basterà all'Europa il gas in caso di stop al transito in Ucraina

© AFP 2019 / Attila Kisbenedek
Economia
URL abbreviato
3361
Seguici su

La Russia è contro qualsiasi guerra del gas e compie tutti gli sforzi per evitare uno scenario simile con l’Ucraina, ha riferito ai giornalisti il vicepremier russo Dmitry Kozak.

“La Russia è contro qualsiasi guerra del gas. Stiamo compiendo sforzi affinché non ci siano criticità, in modo che tutto sia risolto in anticipo. Abbiamo fatto di tutto per questo”, ha detto Kozak nel corso di una conferenza stampa in risposta ad una domanda se il fatto che i depositi del gas europei sono pieni a sufficienza e che in concomitanza con le feste di fine anno non si rischi una guerra di gas.

Alla domanda per quanti mesi basterà il gas dei depositi all’Europa nel caso di sospensione del transito Kozak ha detto che i calcoli sono stati fatti “ma tutto dipende dal tempo”.

I contratti vigenti su transito fornimento del gas di Russia e Ucraina scadono a dicembre. La parte russa alle ultime consultazioni trilaterali con la partecipazione della Commissione Europea ad ottobre ha ribadito la necessità di una soluzione completa per la questione del transito, comprese anche le inchieste giudiziarie e la fornitura del gas all’Ucraina, ma non sono stati registrati progressi.

Il 18 novembre scorso Gazprom ha inviato a Naftogaz (la società nazionale di petrolio e gas dell'Ucraina) una proposta ufficiale di proroga del contratto di transito o di conclusione di un nuovo contratto per un anno, considerando la domanda prevista nell'UE, indicando come una clausola obbligatoria il reciproco rinuncio alle pretese in tribunali ed antitrust. Gazprom attende anche la posizione di Kiev circa la sua disponibilità ad acquistare il gas direttamente dalla Russia a partire dal 2020.

Tags:
UE, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik