02:23 20 Novembre 2019
Il quartiere generale di Fiat Chrysler Automobiles FCA

La fusione Fiat-Peugeout piace ai mercati, giovedì mattina atteso l'annuncio

© AP Photo / Carlos Osorio
Economia
URL abbreviato
131
Seguici su

L'accordo raggiunto tra Fiat Chrysler Automobiles e la francese Psa ha portato a un balzo del 9,53%, valore con cui la Fca ha chiuso la seduta a Piazza Affari oggi, livelli che non si vedevano da aprile.

Le trattative in corso tra Fiat Chrysler Automobiles e la francese Psa (Peugeout Citroen) sono in dirittura d'arrivo: le parti hanno ormai raggiunto l'accordo, attraverso il quale verrà avviata la fusione fra i due colossi automobilistici. L'annuncio ufficiale è previsto per domani, mentre per ora sono in corso i consigli d'amministrazione elle due aziende, anche se, come riporta Reuters, Psa avrebbe già accettato l'accordo.

L'operazione di fusione tra le due aziende ha avuto un ottimo risultato sui mercati: a Piazza Affari il titolo Fca ha chiuso la seduta con un rialzo del 9,53%, un livello che non veniva raggiunto da aprile.

Nonostante l'effetto positivo con il rialzo sui mercati, le parti politiche e sindacali hanno alzato il livello d'attenzione, come testimoniano le dichiarazioni del ministro dell'economia italiano Roberto Gualtieri: "C'è attenzione, del ministro Patuanelli e di tutto il governo, rispettoso di una trattativa di mercato ma anche consapevole che stiamo parlando di un'industria importantissima per il Paese". 

"Stiamo osservando quello che accade. Si tratta di un'operazione di mercato, credo sia corretto non rilasciare dichiarazioni", aggiunge il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli. Si tratta di un accordo che, se effettivamente andasse a buon fine, potrebbe essere un'opportunità per rilanciare la produzione in Italia e un'occupazione stabile per i lavoratori, come afferma il segretario nazionale Fiom Michele De Palma "Le priorità sono rilanciare sviluppo e produzione in Italia e tutelare l'occupazione".

Le trattative sulla fusione

Fca e Psa avrebbero concentrato le proprie trattative sull'opzione di effettuare una fusione a parità di condizioni, con il ceo della Peugeot Carlos Tavares a capo della casa automobilistica congiunta e John Elkann, presidente della FCA, con la medesima posizione nella nuova società. La fusione con Psa, seconda casa automobilistica più grande in Europa dopo Volkswagen AG, avviene dopo che, a giugno scorso, la Fca aveva ufficialmente ritirato la proposta di fusione effettuata nei confronti di Renault.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik