Widgets Magazine
08:15 22 Settembre 2019
Porto di Klaipeda

Lituania per la prima volta acquisterà una grossa quantità di GNL russo

CC BY-SA 3.0 / Kusurija
Economia
URL abbreviato
361
Seguici su

La Lituania, che cercava di diminuire la sua dipendenza dagli approvvigionamenti energetici della Federazione Russa, per la prima volta acquisterà una grande quantità di gas naturale liquefatto russo.

Secondo i dati di un giornale russo, le materie prime del Yamal LNG Project, che fa parte del gruppo Novatek, sono state trasferite sulla nave Stena Clean Sky nel porto francese di Montoir-de-Bretagne. Ora la nave si sta dirigendo verso la città lituana di Klaipeda.

Gli interlocutori del quotidiano hanno specificato che il venditore era una compagnia petrolifera francese Total SA e l'acquirente era una società d'energia statale lituana, la Lietuvos energijos tiekimas (che ha cambiato il nome in Ignitis il 9 settembre scorso).

A gennaio è stato riferito che l’Ignitis aveva stipulato un accordo con la Total SA per la fornitura di alcune merci su “prezzo a pronti” (prezzo spot), che sarebbe dovuto arrivare all'inizio del terzo trimestre.

Secondo gli interlocutori del giornale, è molto probabile che nel prezzo dell’affare fosse stato aggiunto anche un piccolo premio per le quotazioni dell'hub britannico NBP (ora circa 142 dollari per mille metri cubi). La Lituania riceve gas dal Norwegian Equinor sul contratto allegato proprio all’NBP.

Come sottolinea il quotidiano, quest'anno l'acquisto di GNL da parte di Vilnius, a causa della riduzione dei prezzi, è aumentato del 70% e le materie prime russe hanno iniziato a svolgere un ruolo significativo. Si tratta di consegne da parte di piccole navi cisterna di medie dimensioni dell’Arctic LNG 2 del gruppo Novatek, che vengono effettuate tramite operatori internazionali.

Per la prima volta a Klaipeda arriverà un carico di GNL di grande tonnellaggio.

Yamal LNG realizza progetti di costruzione di impianti a metano sulla base delle risorse del giacimento del mare del sud di Tambeisky. Gli azionisti sono la Novatek (50,1%), la Total (20%), la CNPC (20%) e il Fondo della via della Seta (9,9%). Nell'ambito del progetto sono previste tre linee di trasporto della capacità di 5,5 milioni di tonnellate, la produzione di gas liquido è iniziata a dicembre.

Correlati:

Ribasso del gas in virtù del rincaro del greggio: l’inizio di una nuova epoca
Non solo petrolio e gas: cos'altro può proporre il Brasile agli investitori stranieri?
Vienna, niente più riscaldatori a gas e petrolio nelle case
Tags:
GNL, Gas, Francia, Russia, Lituania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik