23:34 29 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
131
Seguici su

Il Tribunale del commercio francese ha multato Amazon per quattro milioni di euro per la conclusione di contratti con i venditori della sua piattaforma digitale che non rispettano il codice commerciale.

Il Tribunal de Commerce di Parigi ha multato il colosso del commercio elettronico statunitense per quattro milioni di euro per la conclusione di contratti con i venditori della sua piattaforma di e-commerce che non rispettano il codice commerciale. Lo riferisce la Direction générale de la concurrence, de la consommation et de la répression des fraudes (DGCCRF), che ha svolto l’indagine.

“Il tribunale ha condannato due società del gruppo Amazon (Amazon Services Europe e Amazon France Services) a modificare entro sei mesi diversi punti delle condizioni generali per l'utilizzo della piattaforma di commercio e al pagamento di una multa pari a 4 milioni di euro”, ha affermato la DGCCRF.

“Queste modifiche contribuiranno al bilanciare dei rapporti di commercio tra Amazon e spesso piccole imprese che vendono i loro prodotti su questa piattaforma”, aggiunge l'Antitrust francese. In caso di mancato adempimento delle prescrizioni del tribunale la società statunitense verrà addebitata un'ammenda aggiuntiva di 10.000 euro al giorno fino a quando non cambieranno le regole per i venditori.

“Lo sviluppo dell'economia digitale è un'opportunità straordinaria, purché i grandi mercati rispettino le regole della concorrenza e della protezione dei consumatori”, ha commentato su Twitter la multa nei confronti il ministro dell’Economia francese Bruno Le Maire.

L’Antitrust francese ha avviato un’indagine sulle piattaforme di vendita online nel 2016, in cui sono state identificate delle "clausole abusive" nei contratti tra Amazon e 10.000 piccole e medie imprese francesi. Queste clausole mettevano i venditori francesi "in una posizione apparentemente svantaggiosa". Fatto sta che Amazon era autorizzato a modificare i contratti in qualsiasi momento, richiedere tempi di consegna più brevi o bloccare le consegne, richiedendo ulteriori informazioni aziendali dai fornitori. Dopo la rivelazione dei risultati dell’indagine il ministro francese dell'Economia Bruno Le Maire ha citato in giudizio Amazon nel 2017.

Nel mese di luglio i rapporti tra Parigi e Washington sono inaspiriti quando la Francia ha annunciato l’introduzione della tassa sui colossi digitali come Google, Apple, Facebook e Amazon. Donald Trump ha definito questa mossa come "sciocchezza di Macron", annunciando un'imposta sul vino francese.

Nel novembre del 2018 l’Amazon è diventato operatore postale in Italia. Le sue controllate Amazon Italia Logistica e Amazon Italia Transport sono state inserite nell'elenco degli operatori postali gestito dal Mise.

Correlati:

Italia rischia una multa da 3 miliardi dalla Commissione europea
In Turchia multata Facebook per violazioni nella condivisione delle foto degli utenti
British Airways multata per 183 mln di sterline
Tags:
Economia, Commercio, Multa, Antitrust, Amazon, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook