22:30 07 Dicembre 2019
La scultura dell'Euro di fronte alla sede della Banca Centrale Europea a Francoforte

Caos Brexit sui mercati, minimo storico per la sterlina

© AP Photo / Michael Probst
Economia
URL abbreviato
144
Seguici su

Riapre il Parlamento britannico e diffonde il caos sui mercati. L'incertezza sulla Brexit tira giù la sterlina. La borsa premia invece il nuovo governo, con un calo dello spread tra Bpt e Bund a 160 punti. Ma l'esito delle votazioni Rousseau tiene col fiato sospeso anche i mercati.

Wall Street apre in calo la prima seduta del mese, trascinata dall'entrata in vigore dei dazi tra USA e Cina. Dal primo settembre, infatti, l'amministrazione USA ha aumentato dal 10% al 15% le tariffe sulle importazioni per un valore di 100.000 milioni di dollari.

Le borse europee mantengono un trend negativo. Parigi la peggiore  fa -0,41%, male anche che Francoforte cede lo 0,17%, mentre Milano cede solo lo 0,13. L'ottimismo sulla formazione dell'esecutivo premia l'Italia e porta lo spread tra Btp e Bund sotto i 160 punti base, il minimo dal 2018. Ma tutto si potrebbe ribaltare se dalle consultazioni on line del M5S, dovesse arrivare lo stop a Conte. 

Londra scivola a -0,25%, ma la riapertura del parlamento e l'incertezza sulla Brexit hanno trascinato giù la sterlina. 1,1959 dollari, la soglia minima dall'ottobre 2016, destinata a mantenersi bassa. Nel caso in cui il Parlamento riuscisse a rinviare la Brexit di tre mesi si farebbe concreta l'ipotesi delle elezioni anticipate. Diversi sono gli scenari possibili e gli analisti ritengono che, finché permarrà questa situazione, cioè almeno sino al 10 settembre, giorno in cui saranno sospese le camere, è verosimile che la sterlina si mantenga a livelli bassi. 

Tags:
Brexit, Wall Street, Sterlina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik