13:07 05 Dicembre 2020
Economia
URL abbreviato
230
Seguici su

L’Argentina ha chiesto la ristrutturazione del proprio debito di 101 miliardi, compreso quello dell’FMI.

Il ministro delle Finanze Hernan Lacunza ha dichiarato che l’Argentina intende avviare la ristrutturazione del proprio debito interno ed esterno per un totale di 101 miliardi “senza tagli di capitale e interessi”, compresi i 57,4 miliardi di dollari prestati al paese l’anno scorso dall’FMI.

I mercati non hanno reagito positivamente alla ristrutturazione, infatti questo indicherebbe un nuovo default del paese latinoamericano.

Inoltre il governo ha deciso di estendere le scadenze del debito a breve termine, rimandare i termini dei titoli sotto giurisdizione estera e promuovere una legge per estendere le obbligazioni ai sensi della legislazione nazionale

Il governo di Mauricio Macri sta attraversando una delle situazioni politiche più difficili dopo tre anni e mezzo al potere a causa dell'instabilità economica che mette in discussione la solvibilità finanziaria del paese sudamericano.

In un contesto di recessione e inflazione che raggiunge il 54,4%, Macrì si trova adesso ad affrontare una bassa credibilità dopo la dura sconfitta nelle elezioni primarie contro il peronista e avversario Alberto Fernández, che aspira a vincere le elezioni generali il prossimo 27 Ottobre accompagnato dall'ex presidente Cristina Fernández de Kirchner (2007-2015).

Fitch, Moody's e Standard and Poor's hanno tagliato il rating del debito argentino

L'agenzia di rating Fitch ha abbassato il rating del debito argentino a "CCC", a una cessazione tecnica dei pagamenti, a seguito della decisione unilaterale del governo di posticipare la scadenza dei titoli sovrani, secondo la dichiarazione dell'agenzia.

L'agenzia di rating ha specificamente criticato la decisione del governo di postporre tra i tre e i sei mesi i titoli in dollari e i pesos argentini emessi dal Ministero del Tesoro sotto il Ministero degli Interni.

Moody's ha abbassa il rating dell'Argentina a Caa2, un indicatore riservato per le economie le cui obbligazioni si trovano in una situazione sfavorevole e comportano un elevato rischio di credito.

Secondo i suoi criteri, Fitch ritiene che l'Argentina stia violando i suoi obblighi sovrani e che questo sviluppo costituisca uno "scambio di debito forzato”.

"La decisione di Moody's di abbassare i rating argentini conferma l’aspettativa di perdite per gli investitori a causa della crescente pressione sulle finanze pubbliche", ha detto Moody's.

La Banca centrale argentina ha limitato il deflusso di capitali 

"Gli istituti finanziari devono avere l'autorizzazione preventiva della Banca centrale per la ridistribuzione dei loro ricavi", afferma la dichiarazione rilasciata il 30 agosto dall'agenzia.

Limitando il fuoriuscita degli utili all'estero, la Banca centrale prevede di mitigare la riduzione delle sue riserve, che si sono ridotte del 15% dalle elezioni primarie dell'11 agosto scorso, in cui il partito al potere ha perso oltre 16 punti percentuali di differenza.

Correlati:

Il Brasile avverte l'Argentina, "se vince la sinistra usciamo dal Mercosur"
Argentina chiede a Russia di sostenere proprio candidato ad AIEA
Primarie in Argentina, il ritorno di Cristina Kirchner
Tags:
FMI, Argentina, debito
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook