12:37 08 Dicembre 2019

L’assassino di Boeing e Airbus arriva dalla Cina

© Sputnik . Zhanna Manukyan
Economia
URL abbreviato
5304
Seguici su

La forte crescita economica della Cina non poteva non portare alla nascita di un’industria aerea ambiziosa che punta non solo al mercato interno, ma anche a quello internazionale.

La compagnia cinese Commercial Aircraft Corporation of China (COMAC) è stata fondata poco più di 10 anni fa, nel 2008, ed è già riuscita a introdurre nel mercato l’aereo di linea regionale ARJ21. Al momento COMAC sta terminando i test dell’aereo di linea a medio raggio a fusoliera stretta С919 e si prepara al lancio, a breve, dell’aereo a fusoliera larga CR929, progettato insieme alla russa OAK. In soli dieci anni, insomma, COMAC ha fatto un percorso per cui molti impiegano decenni.

L’azienda cinese non si è messa a copiare la brasiliana Embraer o la canadese Bombardier, che hanno iniziato a occupare le nicchie dove non erano presenti i giganti Boeing e Airbus, e ha invece deciso di lanciare una linea di completa di aerei passeggeri che dovranno concorrere subito con tutti: sia con Embraer e  Bombardier che con Boeing e Airbus.

Questi concorrenti seri non spaventano i cinesi di COMAC, il cui obiettivo principale all’inizio è di ottenere il dominio dell’industria cinese nel mercato interno. Considerando l’aiuto del Governo cinese, nel prossimo futuro COMAC avrà la possibilità reale di farsi spazio tra gli altri produttori sul mercato cinese.

Per ora questo processo è rallentato dalla piccola quantità degli ARJ21. La produzione di propri aerei di linea per l’industria cinese è ancora una novità, quindi ritardi e problemi iniziali sono stati inevitabili. Nonostante ciò ARJ21 ha ricevuto non solo ordini da parte di compagnie aeree cinesi, ma anche da alcune compagnie estere, nella maggior parte dei casi dei paesi del sud-est asiatico.

© AFP 2019 / Wang Zhao
Modellino dell'aereo ARJ21 di COMAC all'International Aviation Expo di Pechino a settembre 2017

Dopo il lancio dell’ARJ21 la dirigenza della COMAC ha ritenuto che le competenze ottenute erano abbastanza per progettare anche velivoli di classe superiore e nel 2010 sono iniziati i primi progetti per la realizzazione del liner C919, in grado di ospitare 156-174 persone e di fare la concorrenza a best-seller internazionali come Boeing-737 e Airbus A320. Questi due aerei sono i più venduti al mondo, hanno una rete di servizio organizzata e comprovata dai molti anni di attività, oltre che una reputazione internazionalmente riconosciuta e solo leggermente macchiata dalle catastrofi recenti che hanno visto coinvolto il Boeing-737.

Le prospettive di COMAC

© REUTERS / Aly Song
Aereo passeggeri С919 nel centro di produzione COMAC a Shanghai, 2017

In cosa speravano i cinesi quanto hanno fatto il loro ingresso in un campo di gioco a loro estraneo in un vero e proprio “gruppo della morte”? Come si diceva sperano proprio nel mercato della Cina, il cui volume dovrebbe permettere di realizzare almeno 2000 aerei in 20 anni e questo sarebbe un ottimo risultato per il primogenito cinese del medio raggio. È stato già nominato anche il volume della produzione: 150 aerei di line all’anno. Non siamo ancora ai livelli del Boeing-733 con i suoi 40 aerei al mese, ma i risultato è comunque degno di nota. Il concorrente più vicino, il russo MS-21, sarà prodotto in volumi di due volte inferiori, sempre che ci siano ordini.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik