Widgets Magazine
14:02 13 Novembre 2019
S&P

S&P peggiora le previsioni: gli USA a rischio recessione nel 2020

© REUTERS / Brendan McDermid
Economia
URL abbreviato
1133
Seguici su

Secondo la Standard and Poor's il rischio recessione per l'economia USA nei prossimi 12 mesi sale al 30-35%, rispetto al 25-30% calcolato nell'ultimo trimestre.

Aumenta il rischio crisi per l'economia USA, il rischio di recessione per l'economia USA. La probabilità, calcolata sulla base degli spread al 34,9% nei mercati finanziari, riflette l'eventualità che un inasprimento delle condizioni finanziarie possa determinare un rallentamento più netto dell'economia. "Su 10 importanti indicatori della crescita economica degli Stati Uniti a breve termine, 3 indicatori rimangono positivi, 4 neutrali e 3 negativi", si legge nella relazione. 

Sullo sfondo c'è l'instabilità dell'economia globale, segnata dalla guerra commerciale, dall'incertezza della Brexit e in particolare dalla guerra dei dazi fra Washington e Pechino, che porta l'agenzia di rating a riconsiderare verso il basso le stime di crescita dell'economia nordamericana. 

In un contesto del genere un qualsiasi accordo tra Usa e Cina che faciliti l'imprevedibilità, aiuterebbe a prevenire il ritardo degli investimenti delle imprese. 

Il taglio dei tassi applicati dalla Fed, di 25 punti base (pb) il 31 luglio, che ha ridotto il tasso di interesse al 2,0%, potrebbe essere utile a stimolare la domanda di investimenti. "La comunicazione della Fed sembra indicare una posizione più accomodante necessaria per aiutare la domanda di investimento. Prevediamo un ulteriore allentamento quest'anno, già a settembre", ha spiegato l'agenzia di rating. Da ulteriori riduzioni dei tassi di interesse dipenderanno le future evoluzioni dei rapporti commerciali. 

Tags:
recessione, Standard & Poor's, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik