Widgets Magazine
11:09 21 Agosto 2019
Gasdotto Turkish Stream

Turkish Stream potrebbe essere collegato al gasdotto Tap - analista Sberbank

© Foto: turkstream.info
Economia
URL abbreviato
0 30

Il progetto Turkish Stream potrebbe essere collegato al gasdotto Trans-Adriatico (Tap), ha riferito all'agenzia Trend Andrey Gromadin, analista senior del settore petrolifero e del gas della banca russa Sberbank.

Come osservato da Gromadin, nell'attuale configurazione il Turkish Stream ha il compito di fornire gas al mercato turco e ai Paesi dell'Europa orientale: Bulgaria, Serbia e Ungheria.

"La cooperazione con altri progetti, incluso il Tap, non è ancora predisposta ma, a nostro avviso, è possibile in futuro se la domanda nei mercati target risulterà inferiore alle previsioni", ha affermato l'analista, tenendo conto dell'ipotesi del calo della domanda in Europa occidentale. Innanzitutto il discorso riguarda la Germania e l'Austria, i principali mercati di sbocco del gas per Gazprom. 

Attualmente il Tap sta effettuando un test di mercato per determinare l'interesse dei potenziali trasportatori, in base al quale è previsto l'aumento della capacità della linea a 20 miliardi di metri cubi di gas naturale all'anno. 

La capacità iniziale del Tap è di 10 miliardi di metri cubi di gas all'anno con la possibilità di raddoppiarla.

Si osserva che il Tap, infrastruttura dal valore di 4,5 miliardi di euro, fa parte del progetto del corridoio meridionale del gas.

Secondo le previsioni, la costruzione del Tap sarà completata nel 2020 in modo che tra la fine di quell'anno e l'inizio del 2021 per la prima volta il gas azerbaigiano raggiungerà l'Europa. Al momento i lavori dell'opera sono stati completati per oltre l'88%.

Mentre Turkish Stream consentirà di consegnare direttamente il gas russo in Turchia attraverso il Mar Nero.

Tags:
Economia, Gas russo, Unione Europea, Gas, Energia, gasdotto TAP, Turkish Stream
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik