Widgets Magazine
14:17 24 Agosto 2019

La Russia potrebbe diventare il quarto paese per riserve auree

© Sputnik . Pavel Lisitsyn
Economia
URL abbreviato
3232

La Russia continua ad abbandonare beni denominati in dollari da oltre un anno a causa delle continue pressioni sanzionatorie da Washington. Contemporaneamente continua a incrementare riserve d'oro.

La Russia potrebbe presto sostituire l'Arabia Saudita come il quarto maggiore detentore di riserve in valuta, metalli preziosi e altri titoli, riporta Bloomberg. L'agenzia di stampa ha stimato a circa $518 miliardi le riserve della Banca centrale russa, che sono cresciute in modo significativo negli ultimi quattro anni, mentre il Regno mediorientale ha circa $527 miliardi a sua disposizione.

Le riserve russe sono cresciute del 45% negli ultimi anni, nonostante il calo dei prezzi del petrolio, a causa della pianificazione del bilancio considerando un prezzo di base di $40 al barile, creando dunque un disavanzo significativo anche con i prezzi di $58 al barile. Questo surplus viene quindi diretto a riempire ulteriormente le riserve della Banca centrale.

Al contrario l’Arabia Saudita aveva pianificato il proprio bilancio sperando in un incremento del prezzo del greggio rispetto a quello attuale per via dell’accordo di tagli sulla produzione di petrolio nell'ambito dell'OPEC+, ha sottolineato l'agenzia di stampa. Secondo quanto riferito, Riyad ha speso le sue riserve per sostenere i suoi programmi sociali nazionali.

Bloomberg sostiene che questo spostamento “nell’equilibrio di potere nel mondo petrolifero" comporterà un maggiore impatto della Russia nei futuri incontri dell'OPEC+ sulla dimensione dei tagli (della produzione petrolifera).

L’allontanamento dal dollaro

La Banca Centrale Russa ha effettuato un grande cambiamento nella sua politica lo scorso aprile, quando ha iniziato a ridurre drasticamente le sue partecipazioni in beni denominati in dollari a causa delle continue pressioni sanzionatorie degli Stati Uniti, allo stesso tempo acquistando attivamente oro e diventando il principale acquirente del metallo prezioso nel 2018. La Russia ha continuato con la stessa strategia nel 2019, assicurandosi la posizione di maggior acquirente di oro nel primo trimestre del 2019.

Correlati:

La Russia abolisce l’IVA sull’oro. E’ il segnale?
Investimenti: l’argento riuscirà a offuscare il tanto anelato oro?
BCE su riserve auree: cade accordo regolatore tra banche su vendita oro
Tags:
oro, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik