Widgets Magazine
11:55 15 Ottobre 2019

Anche Giappone e Corea del Sud sull’orlo di una nuova guerra commerciale?

© REUTERS / Toru Hanai
Economia
URL abbreviato
0 61
Seguici su

Il Giappone ha recentemente imposto pesanti restrizioni ai giganti sudcoreani della tecnologia e rimosso la Penisola dall’elenco dei suoi partner commerciali privilegiati. Oggi il Presidente sudcoreano Moon Jae-in ha risposto altrettanto duramente. È già scoppiata una nuova guerra commerciale?

La Corea del Sud oggi ha relegato il Giappone tra i partner commerciali non più privilegiati in risposta ad una mossa identica presa in precedenza dal Giappone stesso. Il Presidente Moon Jae-in ha definito le misure più recenti di Tokyo "molto gravi", accusando il Paese nipponico di voler dare il via ad una guerra commerciale tra i due vicini e alleati degli Stati Uniti.

In un incontro ufficiale il Presidente sudcoreano Moon ha affermato:

“Dato che abbiamo sofferto molto sotto il passato imperialismo giapponese, non possiamo che prendere la sua attuale rappresaglia economica come una questione molto grave".

Ed è da queste parole che forse si può ricostruire l’intera vicenda e l’origine dell’attuale tensione. Tutto pare sia iniziato quando una serie di sentenze della Corte sudcoreana aveva ordinato alle aziende giapponesi di pagare alla Corea del Sud i risarcimenti per i lavori forzati e i crimini commessi durante la Seconda Guerra Mondiale durante l’occupazione della Penisola.

Il Giappone aveva successivamente implementato diverse misure capaci di danneggiare l'economia della Corea del Sud e l’aveva rimossa dal suo elenco di nazioni commerciali preferite imponendo inoltre controlli severi e limitazioni all'esportazione di materiali semiconduttori. Le esportazioni dei titani della tecnologia sudcoreana come la Samsung ne avevano subito risentito ed un balzo dei prezzi dei chip di memoria è stato subito registrato con preoccupanti implicazioni che potrebbero presto notarsi a livello globale sui prezzi finali al consumatore in ogni parte del mondo.

La mossa era stata giustificata dal Giappone come necessaria per motivi di sicurezza nazionale ma i sudcoreani, come si evince dalla dichiarazione del Presidente, la mettono in diretta correlazione con la decisione della Corte sudcoreana volta a definire l’antica disputa risalente al secolo scorso.

La controversia sta sollevando altresì preoccupazioni tra gli alleati sulle potenziali implicazioni per la coordinazione e cooperazione in materia di sicurezza militare di fronte ai test missilistici della Corea del Nord e sulla tenuta dell'intero quadrante geopolitico orientale nonché sul possibile grave impatto che una vera e propria guerra commerciale potrebbe avere sulla catena commerciale globale nel settore tecnologico.

Tags:
Corea del Sud, Giappone
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik