20:48 10 Dicembre 2019
Il quartiere generale dell'ENI a Milano

L'Iraq sceglie Eni e BP per costruire un oleodotto al posto di Exxon

© AP Photo / Luca Bruno
Economia
URL abbreviato
2161
Seguici su

L’Iraq sta per concludere un accordo su un progetto di oleodotto con la compagnia petrolifera britannica Bp e la Eni al posto dell’americana ExxonMobil, ha riferito Reuters, citando i funzionari iracheni.

"L'Iraq è vicino alla conclusione di un accordo su un progetto di un oleodotto di esportazione con BP ed Eni, originariamente previsto in collaborazione con l’americana ExxonMobil", scrive l'agenzia.

In base all'accordo proposto, del valore di 400 milioni di dollari, Bp ed Eni implementeranno un programma di costruzione di due oleodotti sul fondo marino per le esportazioni dall'Iraq meridionale, attraverso il Golfo Persico. La costruzione di questi oleodotti avrebbe dovuto far parte di un progetto più ampio del valore di 53 miliardi di dollari, che doveva essere realizzato da ExxonMobil quest'anno, ma gli accordi precedenti sono stati sospesi a causa di problemi di sicurezza, sottelinea l'agenzia.

I negoziati tra ExxonMobil e Iraq si sono prolungati a causa delle condizioni contrattuali e delle crescenti tensioni tra Iran e Stati Uniti. Questi ritardi hanno portato l'Iraq a prendere in considerazione altre società per costruire infrastrutture per terminali di esportazioni offshore.

I negoziati di BP, Eni e Iraq, secondo l'agenzia, sono stati avviati a giugno dopo un annuncio da parte di funzionari iracheni che la società sudcoreana Hyundai Engineering&Construction è stata selezionata per costruire un impianto di iniezione di acqua di mare da 2,4 miliardi di dollari, che era un'altra parte del progetto per lo sviluppo dell'infrastruttura energetica nel sud dell'Iraq, inizialmente affidato ad ExxonMobil.

Il progetto, di cui l'Iraq sta discutendo con BP ed Eni, prevede la sostituzione di due vecchi oleodotti sul fondo del mare, di cui uno inattivo, attraverso il quale il petrolio viene trasportato al terminal di Khor Al Amaya. L’accordo prevede che Bp finanzierà il progetto ed Eni si occuperà di approvvigionamento, progettazione e gare d'appalto.

Correlati:

Mongolia propone di costruire oleodotti e gasdotti dalla Russia verso la Cina
Tags:
Oleodotto, Iraq, Economia, BP, ENI, Gran Bretagna, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik